AGROPOLI

ALTAVILLA SILENTINA,ANCORA IN COMA IL VENDITORE AMBULANTE AL QUALE E’ ESPLOSO IL PETARDO ALL’ALTEZZA DEL VISO

ferito sulla barellaALTAVILLA SILENTINA – Il petardo doveva esplodere in aria ma si è incastrato nel cilindro ed è esploso nel tubo, devastando il viso di un 39enne di Altavilla Silentina. Giuseppe P. è ricoverato in rianimazione all’ospedale sant’Anna di Caserta. Il venditore ambulante di panini è in coma farmacologico, la prognosi è riservata. L’uomo ha perso un occhio, e subito la devastazione della parte destra del viso. Ha uno zigomo fratturato, trauma cranico e numerose lesioni estetiche. Molte ferite sono permanenti.L’incidente è accaduto nella notte della vigilia di Natale, mercoledì scorso, in località Tempa di Pilato, nel centro di Altavilla. Dopo il cenone con i parenti, Giuseppe è uscito nel cortile. Davanti casa aveva preparato dei botti artigianali. Polvere da sparo, attrezzi, un cilindro a forma di cannoncino, la miccia e l’accendino. L’uomo ha provato a far esplodere il botto, ma il «giocattolo» artigianale gli ha riservato una brutta sorpresa. Il petardo doveva finire in aria ed esplodere a dieci, quindici metri di altezza, ma è rimasto incastrato nel cilindro, il cannoncino non ha espulso il botto. La deflagrazione, violentissima, è avvenuta a pochi centimetri dal volto di Giuseppe, padre di due figlie piccole. Con l’occhio destro distrutto, lo zigomo spappolato, il volto lacerato, l’ambulante è caduto a terra di spalle, riportando un trauma cranico nell’impatto con il suolo.Francesco Faenza

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.