AGROPOLI

ALTAVILLA SILENTINA,IL FIGLIO VIENE CONDANNATO E LUI CHIEDE I SOLDI INDIETRO ALL’AVVVOCATO

MAROCCHINO PADREIl figlio viene condannato a trent’anni di carcere, il padre chiede i soldi indietro all’avvocato: “Ridammi i 1.500 euro”. Iekbir Halimi, 53 anni, è stato arrestato ieri pomeriggio ad Altavilla Silentina con l’accusa di tentata estorsione. Il maghrebino si trovava nello studio legale dell’avvocato Gerardo Cembalo quando i carabinieri hanno fatto irruzione. Il legale era nel suo studio adiacente l’abitazione, nella cittadina salernitana dell’area del Sele, quando il cliente ha chiesto la restituzione dei soldi. Il marocchino già in passato aveva avanzato questa pretesa estorsiva. La condanna del figlio, coinvolto nell’omicidio Tommasino-Lamberti, ha indignato Iekbir Halimi. L’uomo non ha mai accettato i trent’anni di carcere inflitti al figlio e ieri ha chiesto indietro i soldi all’avvocato.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.