AGROPOLI

ASCEA,TUTTA LA VERITA’ SUL SUICIDIO DI JESSICA A MANDIA,SI E’ BUTTATA MENTRE IL PADRE E IL FIDANZATO LITIGAVANO

jessica sacco 1Non ce la fa a superare l’ennesimo litigio tra il padre e il fidanzato. Mentre i due urlano e se le danno di santa ragione dinanzi al bar, lei decide di farla finita, si lancia dal balcone di casa e precipita dinanzi ai loro occhi. Tragedia a Mandia frazione di Ascea. Jessica Sacco di 22 anni  si è tolta la vita lanciandosi nel vuoto. É accaduto domenica sera al culmine dell’ennesima discussione. La sofferenza di vedere gli uomini della sua vita, il padre e il ragazzo riempirei di botte, probabilmente è stata più forte della voglia di vivere. Tra i due da tempo c’era un rapporto conflittuale. Domenica sera  il ragazzo si è presentato nel bar di proprietà della famiglia Sacco, l’unico bar del paese. Dietro al bancone c’è il suocero. Nel locale ci sono altre persone che consumano da bere e giocano a carte. Ad un certo punto tra i due scoppia una lite . La discussione si fa sempre più accesa fino ad arrivare alle mani. Solo l’intervento degli altri presenti riesce ad evitare il peggio. Il ragazzo viene fatto allontanare dal bar. Ma è tempo di pochi minuti che ritorna nel locale, in mano ha anche una mazza. Il giovane é furioso. Si scaglia contro il suocero ferendolo ad un occhio. Nella colluttazione viene ferito anche il fratello della 22enne. Jessica è a casa al piano di sopra. Il bar di famiglia si trova infatti al pian terreno della palazzina dove abita la famiglia Sacco. Dinanzi al locale a causa delle urla si è radunata un po’ di gente. Mandia è un piccolo paese si ci conosce tutti, e in molti sono a conoscenza del rapporto conflittuale che c’è tra il papà di Jessica e il fidanzato. Già in passato hanno litigato diverse volte. Domenica sera la discussione è andata oltre, è degenerata nella maniera più tragica. Mentre i due stavano discutendo fuori al bar, improvvisamente hanno visto cadere Jessica dal piano superiore. La ragazza si è lanciata nel vuoto schiantandosi a terra dinanzi agli occhi impotenti del padre e degli altri presenti. Il papà ha iniziato ad urlare, si è avvicinato disperato al corpo della figlia. Jessica era riversa a terra. É stata subito soccorsa, messa a bordo di un’auto e trasferita  in ospedale. Quando è giunta al San Luca di Vallo della Lucania per lei non c’era più niente da fare. Sul posto sono arrivati i carabinieri della stazione di Ascea e della compagnia di Vallo diretta dal capitano Alessandro Starace. Per tutta la notte hanno raccolto le testimonianze delle persone che domenica sera avevano assistito al litigio. Sul corpo della ragazza la Procura della Repubblica di Vallo della Lucania ha disposto l’esame autoptico che sarà eseguito nel primo pomeriggio di oggi dal medico legale Adamo Maiese che già ieri ha effettuato un primo esame esterno. La famiglia assistita dall’avvocato Antonello Natale vuole sapere se prima di cadere nel vuoto la ragazza possa essere stata ferita dal ragazzo.  Sotto schok l’intera comunità di Ascea. Candidata alle ultime elezioni amministrative nella lista “Per Ascea” appoggiata dal sindaco uscente Mario Rizzo, Jessica era conosciuta ed apprezzata da tutti. “Una ragazza brillante ed intraprendente – la ricorda Rizzo  –  una persona che aveva trovato il coraggio di restare nel suo paese e creare qualcosa nonostante mille difficoltà”.  Jessica era la colonna portante della sua famiglia. Gestiva con il fratello minore due circoli privati uno a Mandia e l’altro a Catona.  Aveva partecipato anche a diversi concorsi di bellezza. Una ragazza solare che riusciva con forza e tenacia a prendersi cura  di due sorelle disabili. Sconvolto Antonio Criscuolo candidato a sindaco nella lista che Jessica aveva deciso di appoggiare “Una ragazza allegria – ricorda – sempre disponibile . È assurdo quanto accaduto. Jessica aveva una gran voglia di fare, di metterti in gioco per aiutare tutti. Jessica resterà un esempio”.Carmela Santi

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.