AGROPOLI

BASKET A2 AGROPOLI SCONFITTA A TRAPANI

In terra siciliana arriva la seconda sconfitta per la BCC Agropoli che non riesce così a riscattare lo stop casalingo di sette giorni fa contro il Siena. Il Lighthouse Conad Trapani, infatti, ha battuto la squadra cilentana per 91-82 (Parziali: 1Q 21-19; 2Q 27-14; 3Q 19-23; 4Q 24-26). Non è bastata, purtroppo, una straordinaria rimonta nel terzo quarto ad evitare il secondo stop consecutivo per la squadra allenata da Antonio Paternoster. Le due squadra rispettano le premesse della vigilia e regalano giocate e spettacolo al pubblico del PalaConad. Nel primo periodo, la gara scivola sui binari dell’equilibrio. Filloy e Viglianisi aprono le danze, Tavernari buca subito la retina con una tripla. I siciliani cercano subito di accelerare, ma i cilentani non ci stanno e rispondono colo su colpo. La tripla di Okoye, ad un minuto dalla fine, sancisce il primo vero tentativo di allungo per il Trapani (21-14). Tavernari con un’altra tripla e Roderick dalla lunetta accorciano e fissano il punteggio sul 21-19. Un ispirato Tavernari, all’inizio del secondo quarto, regala con un’altra bomba il 24-24. I padroni di casa sono però più incisivi e trovano con Chessa il tiro da tre del momentaneo +7 (33-26). Dopo il time-out chiamato da Paternoster, la premiata ditta Roderick-Trasolini cerca di accorciare nuovamente le distanze. Poi, il finale del secondo quarto è tutto di marca siciliana. La squadra di coach Ducarello, con un parziale di 9-0, chiude il primo tempo sul 48-33. Parte forte nel secondo tempo la BCC Agropoli. Roderick e Tavernari suonano la carica. Ganeto però con una tripla rispedisce i cilentani a -14 (51-37). Ma si capisce subito che i delfini sono sul parquet con un piglio diverso. Santolamazza e compagni, infatti, difendono bene e punto dopo punto recuperano lo svantaggio, firmando un parziale di 0-15 (51-52). Pesanti in questo frangente le triple di Carenza, Tavernari e Guaccio. Dopo cinque minuti di totale dominio per i cilentani, si risvegliano i siciliani. Anche in questo caso decisivi i tiri da tre che consentono al Trapani di portarsi avanti sul +9 (67-56) al suono della terza sirena. Lo svantaggio aumenta anche all’inizio dell’ultimo periodo. Con Chessa, i padroni di casa trovano il +17 (76-59). L’Agropoli tenta di ripetere la rimonta del terzo quarto. Questa volta però i padroni di casa non si fanno raggiungere ed al suono della sirena finale possono festeggiare la vittoria (91-82).WWW.DOPPIOCAMPO.WORDPRESS.COM WWW.SPORTFORER.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.