AGROPOLI

BASKET A2 AGROPOLI VINCE CONTRO ROMA,I CAPITOLINI 2 ANNI FA PERSERO LA FINALE SCUDETTO CON SIENA,STORICO

AGROPOLI ROMA 1Una bomba da tre del peggiore in campo Tavernari regala sorpasso e vittoria ad Agropoli.I delfini hanno meritato di vincere ma Roma non ha meritato la sconfitta. Il sostanziale pareggio teorico è stato il motivo di condotta di una partita che ha fatto vedere spazzi di pallacanestro ad altissimo livello. La presenza di Roderick in Agropoli è stato il fattore più emergente per il modo con il quale ha saputo,l’americano,dare il suo apporto mettendo sul parquet la sua straordinaria fantasia e forza fisica. Dire che tutti hanno giocato bene sarebbe un’eresia. È mancato l’apporto di Tavernari risolutivo con il tiro da tre nel finale ma assente e addirittura deleterio per tutta la partita tanto da costringere il coach spesso a farlo sedere in panca. Roma è in crescita diremmo in convalescenza,il cambio di coach ha comunque fatto bene e la squadra ha mostrato ampi segnali di progresso e crescita. Agropoli su 6 partite ne ha vinte 5 mantiene la testa della classifica e soprattutto mette in cascina valori per la salvezza il vero obiettivo della società. Vincere con Roma è fatto storico e forse la città ancora non ha realizzato. La partita va in archivio è solo quando si apriranno gli archivi fra tanto tempo ci si renderà conto di cosa è successo anzi di cosa sta succedendo.Sergio Vessicchio

PRIMO QUARTO  23-20
Il parziale iniziale a vantaggio di Agropoli dimostra quando Agropoli tenga a riscattare la sconfitta della partita precedente. Le bombe Trasolini e l’apporto sistematico di Roderick sono la costante sulla quale Agropoli ha impostato il suo avvio di partita con Tavernari escluso dal quintetto base iniziale.Al primo time out il parziale di 20-12 è la
giusta dimensione dell’approccio positivo dei delfini.Due minuti finali tutti per Roma che riduce il parziale e si porta a meno 3.

SECONDO QUARTO 35-36
Parte bene Roma e fa capire subito di non voler essere la vittima predestinata,la presenza di Tavernari riduce le forze dei delfini e la Virtus ribalta il punteggio facendo leva sul punto debole di Agropoli i rimbalzi e rimane altissima la percentuale di errore sui tiri da tre dei locali.Zanon  suona la carica per i capitolini ma Roderick colpito nell’orgoglio al minuto 8 s’inventa una stoppata con blocco palla e arrivò a canestro. In tanto di terzo tempo vincente.33-33. Gli stranieri ospiti sono devastanti e costanza tengono Agropoli sotto pressione Benetti sotto canestro è sempre pericoloso.Callhan l’uomo in più per i romani.

TERZO QUARTO 54-52
L’equilibrio è dominante fino a quando  i romani cedono  sotto le plance e in attacco Tresolini schiacciata e correzione ne fa 4 di punti invertendo la rotta.Tavernarii e Carenza come con Rieti non danno il loro apporto e nonostante il tecnico li alterni non riescono ad essere per incisivi. Da due e da tre il riscatto di Carenza  ha si sveglia dal torpore e regala alla squadra l’allungo di più quattro a 1 minuto dalla fine del terzo quarto. Finisci 54-52

QUARTO QUARTO 69-68
Fiducia ancora a Tavernari mal ripagata percentuale del 100 per cento dei tiri sbagliati,giocatore che non riesce a ritrovarsi. Agropoli si regge sui soliti Trasolini e Roderick capaci di tenere alta la tensione mentre negli ospiti le forze cominciano a mancare. Carenza fallisce il tiro del più sette e favorisce la schiacciata di Casagrande spettacolare il gesto del romano.La bomba di Voskuil timbra il sostanziale equilibrio. Punto a punto.Fantastica la percentuale di Roma tre su tre da tre ed equilibrio rotto nonostante di Di Prampero abbia realizzato da tre .A poco più di 2 minuti dalla fine i romani sono avanti di 2.Si arriva a fine gara con il punto a punto e l’equilibrio netto. Fino alla bomba,ironia della sorte,del peggiore in campo,Tavernari che ad un secondo dalla fine regala ad Agropoli i tre punti e la vittoria di un solo punto.69-68

AGROPOLI ROMA 2AGROPOLI ROMA 3

DOPO PARTITA

AGROPOLI ROMA PATERNOSTERAntonio Paternoster (coach) – “È stata una partita combattutissima contro Roma. Siamo soddisfatti e contenti però per aver regalato un’altra gioia a questo splendido pubblico. Sapevamo già che, al di là della classifica, sono una buona squadra e l’hanno dimostrato nel corso di tutta la gara. Hanno spezzato il nostro ritmo partita e limitato il nostro gioco di transizione in attacco. Noi, però, ci abbiamo creduto fino alla fine e siamo riusciti ad ottenere altri due punti importantissimi per la classifica. Non abbiamo mai perso il controllo dei nervi, abbiamo fatto vedere tutto il nostro cuore ed il nostro carattere. C’è da dire anche che non eravamo al top. Roderick era reduce da un infortunio e si era allenato poco in settimana, lo stesso Trasolini si era allenato poco per un problema alla schiena. Al di là di ciò, sapete però che a me non piace mai trovare attenuanti e faccio i complimenti a tutti i miei ragazzi per la prestazione offerta questa gara”

Riccardo Santolamazza (capitano) – “Sono felicissimo per questa vittoria. Ci abbiamo creduto fino alla fine e siamo stati premiati. È stata una partita molto equilibrata, giocata punto a punto. Loro volevano a tutti i costi muovere la classifica, ma anche noi ci tenevamo tantissimo a riscattare dinanzi al nostro pubblico la sconfitta contro Rieti. Dal punto di vista tecnico, la squadra sta crescendo. C’è un gruppo solido e dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione”.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.