AGROPOLI

BATTIPAGLIA,ANCHE DON CIOTTI NEL BAR CONFISCATO ALLA MALAVITA

DON CIOTTI A BATTIPAGLIAÈ stato inaugurato ieri mattina il “Caffè 21 marzo”, bene confiscato alla criminalità organizzata. Alla presenza di don Luigi Ciotti, presidente nazionale di Libera contro le mafie, l’amministrazione ha tagliato il nastro del bar. Una folla di persone, ieri mattina è accorsa in via Gonzaga per assistere alla cerimonia inaugurale, officiata da numerose civili. Il presidente della commissione straordinaria, il dottor Gerlando Iorio ha ribadito l’importanza di non lasciarsi intimidire: «Nonostante alcuni atti, che non spaventano nessuno, ma che sono fastidiosi, siamo arrivati sin qui».Anche don Ciotti ha sollecitato la popolazione alla reazione: «La vostra patrona è la Madonna della Speranza, quindi ridiamo speranza a questa città».

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.