AGROPOLI

BATTIPAGLIA,CECILIA FRANCESE,CRIC CROC E ALBERICO GAMBINO

BATTIPAGLIA COMUNENessun attacco alla sindaca Cecilia Francese,ci mancherebbe,non avremmo nessun motivo, basta leggere qua http://www.agropolinews.it/agropoli/battipagliacecilia-francese-stia-attenta-alla-zavorra-agropolese-di-sergio-vessicchio/  e anche un bambino delle scuole elementari lo capisce.Nessuna scusa e dico nessuna scusa a Michele Gioia ci mancherebbe altro,non lo abbiamo mica offeso,anzi.Se la nostra correttezza umana e professionale viene scambiata per “scuse” o si è in mala fede o si è ignoranti.Questo il testo che ho spedito all’ex calciatore Michele Gioia in concomitanza con la pubblicazione dell’articolo TESTUALE COPIA E INCOLLA: Michele perdonami sull’ultimo articolo che ho fatto dove ho richiamato la tua attenzione ci sono solo inviti e appelli non mi fraintendere,dillo pure a Fernando Zara sai bene la stima che nutro nei vostri confronti”Se il perdonami che è chiaramente un saluto viene strumentalizzato facendolo diventare “scuse” vuole dire che il colpo di sole lo avete preso voi,in fronte.Dico voi perchè l’articolo di salernocronaca.it non pone la firma ma è postato su facebook Antonella Oreste titolari anche del suddetto sito e se la memoria non mi tradisce dovrebbero essere il collega Oreste Vassalluzzo e la moglie e questo mi dispiace perchè ho sempre fatto prevalere il rapporto personale prima ancora che quello professionale e proprio di Oreste ho speso parole di elogio per la sua attività.E così anche con Michele Gioia che conosco da quando giocava a calcio, i suoi ricordi più belli arrivano proprio dai campi sportivi dove si distingueva come un ottimo centrocampista oltre che di una persona modello,con lui ho un rapporto di stima e proprio per questo motivo ho ritenuto opportuno precisare che non si tratta di un attacco ma di un invito visto che si è bravi a strumentalizzare tutto a proprio piacimento.Gli attacchi sono ben altri. Se solo avessimo voluto attaccare il buon Michele avremmo detto che è stata una sorpresa vederlo nominato assessore magari per “opera dello spirito santo” o meglio ancora perchè imposto da Alberigo Gambino la qual cosa non depone molto bene,non per Alberigo Gambino ci mancherebbe, ma per la metodologia adottata,la stessa che abbiamo cercato di scongiurare quando diciamo che non venga imposta la zavorra agropolese alla Francese e lo confermiamo.Si parla di cognizione di causa e questo mi fa sorridere,vuoi vedere che dopo aver intervistato 3 capi di Stato,6 presidenti del consiglio dei ministri e via dicendo,dopo aver scritto 2 libri e dopo 30 anni di televisione per sapere se a Battipaglia bussa la zavorra di Agropoli e quali personaggi usa non avrei consapevolezza di quello che dico?Non fate i superficiali o gli “gnorri” con me ,gli indiani fateli con chi non vi conosce.E’ inutile che usate titoli ad effetto come : “Battipaglia attacco alla Francese.Gioia”mai presentato nessuno alla sindaca”Perchè,ripetiamo,nessun attacco è stato fatto al neo sindaco ed è facile verificarlo e abbiamo rivolto l’invito a fare attenzione alla zavorra agropolese e mai abbiamo detto che Gioia ha già presentato qualche suo amichetto agropolese al primo cittadino ma era in agenda farlo(questo lo dico come notizia,ne sono a conoscenza) usando lo stesso metodo della sua nomina.Ho colto nel segno viste le reazioni e la tantissime telefonate che sono giunte da Battipaglia per sapere chi sono i personaggi in questione. Michele Gioia e Fernando Zara sanno bene chi sono e sanno che non devono proporli alla sindaca e inutile che ci ripetiamo.E comprendiamo anche la disillusione di creare confusione nel agitare cose mai dette,il giochetto lo conosciamo molto bene.Quando si scrive che abbiamo attaccato l’amministrazione guidata dalla Francese si afferma una bugia grossolana per creare confusione e spostare l’attenzione su altro,da nessuna parte lo abbiamo detto e fatto altrimenti non siamo i soggetti da negare. Quale motivo avremmo per attaccare un’amministrazione che ancora deve partire?Ma pensate che la gente è scema e non comprende?Mi rendo conto che si vuole conservare il posto di lavoro magari minato dai tanti pescecani ma non la si prende con la chiesa.Non c’è bisogno di cercare,senza fortuna,di ribaltare il pensiero altrui cercando di strumentalizzarlo perchè si fanno figuracce.Se però l’amministrazione nasce in questo modo ,su questi atteggiamenti di basso profilo nasce male consigliamo di cambiare rotta e modi ,per fortuna Cecilia Francese oltre ad essere una grande donna è una professionista straordinaria e capisce tutto come ha ben capito il nostro appello sulla zavorra agropolese e sarà un grande sindaco come lo sarebbe stato il suo ballottante Gerardo Motta e come lo sarebbe stato Ugo Tozzi il cui valore è a disposizione di Battipaglia con un ruolo importantssimo.Il problema può diventare il contorno della sindaca vero Oreste Vassalluzzo se si confonde scusa con saluto,appello con allarme,invito con fantasia.Se continuate così Cecilia Francese si accorgerà anche dei vostri trucchi e vi farà il foglio di via.Sergio Vessicchio

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.