AGROPOLI

BATTIPAGLIA,DISINNESCATA LA BOMBA 1500 PERSONE EVACUATE OPERAZIONE OK

BOMBA BATTIPAGLIAIE’ cominciata, di primo mattino  l’operazione di disinnesco dell’ordigno bellico della seconda guerra mondiale ritrovato in un cantiere di Battipaglia. L’attività di evacuazione delle 1.471 persone che si trovano nella zona rossa di rischio è cominciata alle sei.  Dopol’evacuazione dei residenti della zona di Taverna comprese in un raggio di 300 metri dalla posizione in cui è stato rinvenuto l’ordigno,  servono dalle tre alle dieci ore agli artificieri dell’Esercito per far brillare la bomba. Gli evacuati sono alloggiati nell’istituto alberghiero di Battipaglia dove riceveranno anche i pasti.Si tratta di un ordigno sganciato da un aereo americano dal peso di 500 libbre per un metro e 30 centimetri di lunghezza.  Intanto per la giornata di oggi è stato scelto il Palazzo di Città di Battipaglia come Sala Operativa per l’unità di crisi del CCS presieduto dal Prefetto di Salerno Gerarda Maria Pantalone e con la partecipazione dei vertici delle Forze dell’Ordine e del Sistema di Protezione Civile.LA BOMBA. Le operazioni di disinnesco sono affidate gli artificieri del 21mo Reggimento di Caserta. L’ordigno persa 500 libbre.Le operazioni di evacuazione sono terminate  intorno alle otto la circolazione stradale, nell’area interessata dall’intervento, è stata interdetta.