AGROPOLI

BATTIPAGLIA,DROGA ARRESTATI BRUNO FALCONE E LA MADRE FILOMENA BACCO

droga bisBATTIPAGLIA – Blitz antidroga della polizia. Bruno Falcone e Filomena Bacco, figlio e madre di 37 e 53 anni entrambi battipagliesi, sono stati arrestati dalla polizia mentre erano a bordo di un’auto a Battipaglia ed erano in possesso di 46 grammi di eroina purissima. I due pusher sono stati intercettati sabato sera mentre tornavano dall’hinterland napoletano dove si erano recati per acquistare gli stupefacenti e non si erano accorti di essere seguiti dalla polizia. L’operazione antidroga è stata effettuata dagli agenti del commissariato di Battipaglia, diretti dal vicequestore aggiunto Antonio Maione, che oltre a sequestrare gli stupefacenti hanno posto sotto sequestro anche 1.900 euro posseduti dai due pusher. L’eroina era stata nascosta in una cinquantina di cilindretti di plastica ma l’escamotage non è servito per eludere i controlli degli agenti che sono riusciti a ritrovare gli stupefacenti e a sequestrarli. Mamma e figlio, dopo l’arresto, sono stati accompagnati al commissariato di polizia di Battipaglia per gli accertamenti di rito poi sono stati trasferiti nella loro abitazione e gli è stato concesso il beneficio degli arresti domiciliari. Il blitz è scattato sabato sera appena la polizia ha intercettato mamma e figlio a bordo di un’auto proprio mentre rientravano dall’hinterland napoletano con la droga. Probabilmente, il denaro che possedevano mamma e figlio era il provento della vendita di altri stupefacenti che come è risaputo durante il fine settimana vengono smerciati molto velocemente. Intanto sono in corso le indagini della polizia per scoprire chi ha fornito a mamma e figlio l’eroina. La droga invece doveva essere venduta ai clienti battipagliesi che attendevano i due pusher di ritorno da Napoli con gli stupefacenti. Sempre sabato sera i poliziotti hanno arrestato un pregiudicato 45enne battipagliese per i reati di guida di veicolo sotto l’influenza di alcool e in stato di alterazione psico fisica derivata dall’uso di sostanze stupefacenti. Nei confronti del pregiudicato il Tribunale di Sorveglianza di Salerno ha emesso un’ordinanza che dispone la reclusione domiciliare per due mesi. Nel frattempo la polizia ha intensificato i controlli per prevenire ogni tipo di reato.Paolo Panaro

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.