AGROPOLI

BATTIPAGLIA,EXTRACOMUNITARIO SI MASTURBA IN PIENO CENTRO E VIENE TRATTO IN ARRESTO DALLA POLIZIA MUNICIPALE

IMMIGRATIBATTIPAGLIA: Si masturba in pieno centro cittadino e viene immediatamente arrestato. E’ successo nella centralissima piazza Amendola, meglio conosciuta come piazza della Madonnina, intorno alle ore 12,oo circa. Un extracomunitario, giunto in piazza, si è avvicinato ad una panchina, dove alcune ragazze erano sedute, intende a ripararsi dal caldo imperante ed a scambiare quattro chiacchiere. L’extracomunitario, in quel mentre, si avvicina a loro e “calandosi le braghe” inizia a masturbarsi al cospetto delle giovani donne. Immediatamente la gente è accorsa alle grida delle per quell’atto osceno improvvisato e disatteso, ma soprattutto disgustoso perpetrato nei loro confronti ed immediatamente allertata la polizia municipale, nel volgere di pochissimi minuti, è stato tratto in arresto dagli uomini capitanati dal comandante Giorgio Cerruti. Pochi minuti, ma un allarme generale è scattato e tutti  i presenti hanno immediatamente allontanato il ragazzo, che insisteva nel suo atto osceno, nonostante fosse stato fermato a disprezzo di quanti lo avevano invitato a ricomporsi nel suo atteggiamento. Giunta la pattuglia della polizia municipale, l’individuo, evidentemente turbato o fuori dalla cognizione umana, è stato tratto in arresto e, fatto salire a bordo dell’auto dei vigili urbani, ed è stato condotto al comando per gli accertamenti del caso. Un fatto che ha disgustato tutto e tutti, nel cuore di una calma che vive questa città e che invece sta lentamente perdendo a causa di atti di inottemperanza e di ordinaria follia, alla quale è costretta a vivere suo malgrado. Non si conoscono le generalità dell’individuo, autore di tale atto, ma immediatamente è venuta fuori la problematica legata al problema degli extracomunitari che vivono in città e che in pratica non sono tenuti in stretta sorveglianza, a quanto pare. Ed è rimbalzata alla mente, la manifestazione di sabato scorso  tenuta dalla locale sezione di Forza nuova, contro il gravoso problema legato al problema degli immigrati, che con telefonini Iphone di ultima generazione, unitamente all’indossare jeans Levis e magliette griffate di prim’ordine, vivono ai bordi di una piscina al riparo dal sole estivo e perché no, anche con servizio in camera a spese degli italiani, che di contro combattono quotidianamente per la sopravvivenza e con gli sfratti esecutivi che pendono sui loro capi. E li chiamano immigrati?Giovanni Coscia

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.