AGROPOLI

BATTIPAGLIA,IL RIESAME DICE NO ALLA SCARCERAZIONE PER I PROTAGONISTI DELL’INCHIESTA NEW BRIDGE REGGE

POLIZIA AUTOSALERNO – La torre non crolla. L’impianto dell’inchiesta New Bridge regge, come l’ordinanza che ha consentito di arrestare 87 persone per traffico di droga. I giudici del Riesame confermano quasi tutti i provvedimenti. Tra rinunce e rigetti, su 87 ordinanze di custodia cautelare, sono sette sono state le posizioni modificate e nessuna di queste ha riguardato gli organizzatori e promotori del giro d’affari. Confermata anche l’associazione.Secondo l’accusa, il gruppo, che faceva capo Cosimo Podeia, Pierpaolo Magliano e Paolo Pastina aveva anche altri interessi sul territorio oltre lo spaccio. Per mantenere il controllo utilizzava appunto la violenza fisica e il danneggiamento a mezzi e cose. In particolare si occupavano anche di estorsioni, e non solo. Gli inquirenti hanno accertato che , in particolare Paolo Pastina, utilizzava la violenza per condizionare il voto, con azioni intimidatorie tese a canalizzare le preferenze a favore del padre Orlando nelle consultazioni amministrative del 2009 (per quest’ultimo il gip ha rigettato la richiesta di arresto); di qui il condizionamento dell’attività amministrativa attraverso (anche) la gestione degli stand pubblici per la distribuzione di fuochi d’artificio. Alcuni degli arrestati sono accusati anche di ricettazione, detenzione e porto di armi da sparo; controllo e gestione del gioco d’azzardo in genere e delle slot machine.Petronilla Carillo

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.