AGROPOLI

BATTIPAGLIA,PD E CENTROSINISTRA DOPO L’ARRESTO DEL LORO SINDACO SANTOMAURO ORA FANNO LE PRIMARIE

PRIMARIE BATTIPAGLIALa prima volta con un sindaco di sinistra e del Pd a Battipaglia,sappiamo tutti come è finita. Santomauro arrestato e processato,una classe politica messa in ginocchio dalla magistratura e tre anni di commissariamento che hanno desertificato la politica battipagliese una volta fiore all’occhiello per la piana del Sele.La cronaca è agli archivi ma la storia non si cancella.Il pd il partito di Renzi e gli altri partiti della coalizione vanno alle primarie l’istituto al quale il partito democratico si rivolge da qualche tempo.Si vota il 6 marzo al centro sociale di Battipaglia dove per molti anni si è celebrato il consiglio comunale mentre gli uffici amministrativi erano stipati in quel che resta dello stadio Luigi Pastena espressione purtroppo peggiore della nullafacenza dei politici di Battipaglia nell’ultimo ventennio. Coalizione larga  formata da PD,PSI,Scelta Civica, Movimento ProBattipaglia,Iniziativa Popolare,IDV,Campania Libera e repubblicani quella che si presenta alle primarie. Sono Pietro Ciotti, Carmine Galdi, Enrico Lanaro, Nicola Oddati, Nicola Vitolo i candidati alle primarie della coalizione di centrosinistra del prossimo 6 marzo. Escluso PalmiroCornetta. Il tavolo di coalizione ha ratificato l’estromissione dell’ex sindaco di Serre perché non iscritto al circolo di Battipaglia. Potrà presentare ricorso.Una nuova stagione dovrebbe essere quella del pd battipagliese che porta dietro di se il triste e pesante fardello dell’arresto di un suo sindaco e di tre anni di commissariamento provocato da infiltrazione della malavita.La sfrontatezza e il mefreghismo di questo partito di  voler far passare come una cosa normale il recente passato sono le cose che risaltano più agli occhi dei cittadini.Certo l’aver fatto quanto meno un po di pulizia e presentare volti comunque puliti alle primarie rappresenta una sfida e un messaggio chiaro all’elettorato e non solo ma anche alla politica in generale e alla magistratura ancora impegnata a far chiarezza su quanto è avvenuto sconvolgendo una città alla quale troppo ingiusta è stata l’etichetta di città della camorra e della malavita. Battipaglia è una città pulita con i suoi problemi ora tocca ai nuovi politici esaltare questo aspetto.Sergio Vessicchio

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.