AGROPOLI

BATTIPAGLIA,PERSEGUITA LA COGNATA PER GELOSIA E LE MANDA I FIORI

Odiava la cognata perché riteneva che era la “preferita” dei loro suoceri. E per questo la tormentava con messaggi, appostamenti e persecuzioni. Era persino arrivata a spedirle fiori da morto e inviarle messaggi di condoglianze. Ieri A.B., difesa dall’avvocato Anna Manchia, è stata condannata a sei mesi (pena sospesa) . Un grande sollievo per la vittima, A.M. difesa dagli avvocati Amedeo Sebastiano e Sandro Celentano, che hanno ottenuto per lei anche la qualificazione del danno morale da stabilire in sede civile. I fatti sono acacduti a Battipaglia.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.