AGROPOLI

BRUCIA LA CAMPANIA 32 INCENDI,FLAGELLATO IL SALERNITANO

INCENDISALERNO. Sono stati 32 gli incendi che in queste ore hanno devastato la Campania. La provincia di Salerno è stata interessata da otto roghi. In particolare le fiamme hanno interessato il monte Tubenna. Qui le fiamme si sono sprigionate nella prima mattinata lungo il lato costeggiato dalla  strada provinciale 105 San Mango-Castiglione. Bruciati ettari ed ettari di flora:  lecci, querce, cerri, aceri, castagni ed un ricco sottobosco di erbe spontanee della macchia mediterranea, in particolare mirto e ginestre. La distruzione di alberi e arbusti ha causato anche smottamenti di pietre e terreno. Il fuoco ha messo a nudo la stabilità delle rocce di una montagna già nota per scivolamento massi. Le fiamme propagatosi fin sul panoramico pianoro sede dell’antica abbazia benedettina, recentemente ristrutturata, si sono diramate lungo il versante soprastante il centro abitato di San Mango Piemonte e nell’opposto versante del territorio di Castiglione del Genovesi, coltivato a castagneti e noccioleti. Il fuoco ha avvolto anche il monte Stella nella zona collinare tra le frazioni Sant’Angelo ed Ogliara si Salerno.

Fiamme sul Tubenna
Fiamme sul Tubenna

Per domare le rovinose fiamme vi è stato un ingente spiegamento di forze che per ha lottato per ore contro il fuoco. Dato l’accidentale zona di intervento il grosso delle operazioni di spegnimento è stata compiuta da due 2 elicotteri ed un Canadair del corpo nazionale dei vigili del fuoco.  E’ stato un incendio come non se ne vedeva da anni, per la vastità del territorio colpito, per la facilità di propagazione, per la voracità del fuoco e per la flora bruciata. Le prime immagini della zone bruciate rilevano le impressionanti dimensioni del danno naturalistico subito dal Tubenna ed dal suo sistema eco ambientale.Intanto i carabinieri hanno arrestato a Salerno un 55enne, responsabile di alcuni incendi appiccati in giornata sulle colline di Giovi. Secondo una ricostruzione dei militari, il 55enne ha dato fuoco con un accendino ad alcune sterpaglie in un terreno non di proprietà; le fiamme sono quindi divampate distruggendo oltre un ettaro di area boschiva. Il piromane è stato bloccato in flagranza di reato con l’accusa di incendio doloso ed è stato rinchiuso nel carcere di Fuorni. Intanto sulle colline di Salerno continuano ad operare squadre dei vigili del fuoco con l’ausilio di due canadair ed elicotteri per spegnere diversi roghi che hanno distrutto oltre 60 ettari di terreno.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.