AGROPOLI

CANFORA NEO PRESIDENTE DELLA PROVINCIA,VIA GLI UOMINI DI CIRIELLI DALLE SOCIETA’A RISCHIO MARIO CAPO,MARCELLO FEOLA E ALLA ASL ANTONIO SQUILLANTE

MARIO CAPO 1Mario Capo(FOTO) addio alla società  Ecoambiente?Il commercialista di Agropoli militante prima di An e poi di Fratelli D’Italia passando per il PDL potrebbe essere rimosso a giorni  dalla presidenza grazie ad un’azione di spoils system attuata dal nuovo presidente Canfora che sta a poco a poco mandando a casa gli uomini di Cirielli incaricati di guidare le società provinciali e partecipate.Capo non si aspettava tale decisione dopo gli incontri avuti con il nuovo presidente con il quale,ha raccontato al Mattino, ha parlato di questioni tecnico giuridiche,quindi nulla faceva presagire ad una simile situazione.Ma una serie di circostanze hanno portato il numero 1 di palazzo Sant’Agostino a cambiare rotta e puntare sull’avvicendamento o ad una guida interna e le prime avvisaglie si erano avuto nell’ultimo consiglio provinciale.Due ore di discussione per definire i nuovi indirizzi per la nomina e la revoca dei rappresentanti presso le società provinciali e partecipate. Insomma per imporre il potere di revoca al presidente della Provincia di Salerno di revocare i manager ed i consigli d’amministrazione, una volta venuto meno “il rapporto di fiducia”. All’attenzione dell’assise, sostanzialmente, questo è stato il tema cardine della giornata che ha visto anche un acceso botta e risposta tra maggioranza ed opposizione. In pratica tra chi ha governato fino a qualche mese fa Palazzo Sant’Agostino e chi è subentrato oggi. Il provvedimento nello specifico fornisce al presidente gli elementi per poter procedere ad un cambio della guida delle società provinciali ed anche delle partecipate. Con la modifica di un articolo del regolamento si è imposto che la revoca può avvenire anche venuto meno il rapporto di fiducia con il presidente. In pratica si è utilizzato lo stesso metodo già consolidato per gli incarichi politici. L’obiettivo principale allo stato è il rinnovo dei vertici di Ecoambiente (oggi guidata da Mario Capo) e di Arechi Multiservice (che vede al vertice Marcello Feola), due società a totale capitale pubblico. Al vaglio, poi, così come annuncia lo stesso Canfora ci sono i bilanci presentati dalle società.E durante l’ultimo consiglio provinciale ha detto che addirittura le società potrebbero essere o sciolte o azzerate. Canfora avrebbe pronte le lettere di revoca degli incarichi.canfora vorrebbe mettere mano anche alla Asl dove non gradisce la presenza di Squillante,la situazione è più difficile perchè la nomina è sella regione anche se spesso l’indicazione periferica viene presa in considerazione proprio come nel caso di Squillante suggerito da Cirielli.