AGROPOLI

CAPACCIO PAESTUM LO SPORT SI SCHIERA CONTRO I FRANCHI TIRATORI DELL’AMMINISTRAZIONE

striscioneIl gruppo dei franchi tiratori del sindaco Voza ha chiesto un altro azzeramento dopo quello fatto dal sindaco che come è noto ha provveduto a riformare la giunta nella quale vi sono anche Franco Sica assessore allo sport ed Eustacchio Voza due ritenuti dall’opinione pubblica veri  e proprio cavalli di razza capaci di contribuire con il loro operato a determinare scelte importantissime per l’amministrazione a favore di tutto il comune. Un gruppo di dissidenti chiede l’azzeramento nuovo della giunta e la cacciata di questi due assessori a favore dei quali si schiera tutto il comune,i tre dissidenti sono imbeccati chiaramente dall’ex assessore Ragni con il quale il sindaco non vuole avere rapporti.Ragni è dietro l’operazione e cerca chiaramente la rottura. Insomma Ragni è il manovratore e dopo essere stato cacciato dall’amministrazione tenta il ribaltone. Durissima la reazione della gente contro questa quinta colonna.Le associazioni sportive hanno stilato un durissimo comunicato e ieri sera hanno lungamente protestato contro i dissidenti davanti alla sede della riunione.Questo il comunicato:

LO SPORT CAPACCESE SI RICONOSCE NEL NUOVO VICE-SINDACO FRANCO SICA

  

“Il dottore Franco Sica, nostro assessore allo Sport, da alcuni giorni, nel rimpasto amministrativo che ha coinvolto la giunta comunale, è diventato il nuovo vice-sindaco. È una notizia questa, condivisa da tutti coloro che gravitano intorno allo sport capaccese e non solo. Tutti infatti, non possono che augurare il meglio a Franco per l’incarico ricevuto, sinonimo di fiducia e competenza che il sindaco ripone nell’assessore. Qualità queste che l’intero pianeta sportivo nostrano, non solo riconosce nella persona di Franco Sica, ma soprattutto sottolinea, perché l’assessore Sica merita questo riconoscimento e questa carica, e insieme a lui, a meritarla, sono i cittadini dell’intero Comune. Tutti. Nessuno escluso. Si può dibattere a lungo di scelte o simpatie politiche, discutere e analizzare l’operato di quest’amministrazione, si può essere in accordo o contrari, ma sul lavoro svolto e sul profilo umano dell’assessore Franco Sica nessuno può controbattere, nessuno può valutarlo negativamente. Chi lo fa, o non conosce Franco o, ipotesi plausibile, soffre di invidia nei suoi confronti. Dati, anzi, opere alla mano, l’assessorato capeggiato dal dottore è oggi quello più efficiente, quello più partecipe, quello più vicino alla popolazione. Migliaia sono gli sportivi, i simpatizzanti, i nostalgici che grazie alle opere dell’assessore si uniscono e praticano la propria passione. Franco è un uomo capace, disponibile, ma soprattutto è una persona pratica, che tralascia i giri di parole da palazzo e mette al servizio di tutti la propria concretezza. Con Franco sono risaltati gli altri sport che nel corso della storia sportiva del nostro territorio erano messi in sordina, con lui gli impianti, nei limiti delle capacità, soprattutto economiche che sappiamo essere esigue, sono stati riqualificati (Manca il sintetico, ma non mettiamo in dubbio l’impegno dell’assessore nel realizzarlo). Abbiamo assistito alla nascita di una squadra di Cricket, è stato istituito un Premio di un’importanza rilevante come quello intitolato a Salvatore Apadula. Ci sarebbe da scrivere pagine intere su ciò che è sorto, se non per opera di Franco per non negare meriti agli altri, maalmeno grazie alla collaborazione del dottore Sica e agli incentivi che egli personalmente ha offerto per la causa sport del nostro territorio. E ci sarebbe da parlare per ore su ciò che Franco rappresenta, un importante punto di riferimento, per tutte le associazioni sportive del Comune che oggi comprendono, tra iscritti e affiliati, migliaia di cittadini di ogni età. Su una cosa, invece, non bisognerebbe né scrivere una riga né parlare un singolo istante. Sul fatto che possa esserci qualcosa o qualcuno che possa far dubitare dell’operato del dottore ed essere contrario all’incarico ricevuto. Queste, argomenti o personaggi che siano, non meritano considerazione. Se intorno vogliamo vedere il deserto, nel dottore Franco Sica non possiamo che vederci un’oasi.”

Firmato da:                                                                                                                                                                                                     L’Olmo Equitazione Naturale; Ranch Santomauro; Ranch Di Lascio; ASD Cilento Bike Ciclidea; ASD Polisportiva Poseidon; ASD Arti Marziali Capaccio; ASD Taekwondo Capaccio; Yin Yang Arti Marziali; Dinamic Karate Paestum; Premio “Salvatore Apadula”; ASD Rettifilo Calcio A5; ASD Heracle Paestum; ASD Calpazio; ASD Herajon; ASD Fox Paestum; ASD Licinella; U.S. Poseidon 1958; ASD Real Laura; ASD Polisportiva Capaccio Paestum; Associazione Koreos; New La Perla Del Drago; ASD Tappeti Volanti; Oasi Di Peppe; Vespa Club Paestum; Soccer School Poseidon; Cricket Club Capaccio Paestum; Cafasso 100%

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.