AGROPOLI

CAPACCIO PAESTUM,ANCORA UNA BOMBA AL CENTRO MOTOR DEI PAOLINO A LICINELLA

CENTRO MOTORCapaccio. Ennesimo ordigno fatto esplodere al “Centro motor Paolino”, in contrada Licinella, nella notte. Distrutta la saracinesca e scoperchiato il tetto della struttura. Si tratta della quarta bomba fatta esplodere nel giro di 9 mesi. Questa volta gli autori del gesto hanno atteso che chiudesse il bar “Las Vegas”, che da poco ha aperto accanto all’autolavaggio, per poi agire indisturbati piazzando una bomba carta, come negli episodi precedenti e facendola esplodere. La deflagrazione ha praticamente distrutto la serranda e causato danni al tetto della struttura. Sulla vicenda indagano i carabinieri di Agropoli, agli ordini del capitano Giulio Presutti. I tre episodi precedenti si erano verificati nei mesi di settembre e ottobre. Anche in quei casi erano state fatte esplodere degli ordigni simili che avevano danneggiato la struttura di proprietà della famiglia Paolino. Agli inizi di settembre, prima che iniziasse la serie di raid incendiari, i titolari erano stati destinatari di minacce. Lo scorso 16 marzo i carabinieri avevano arrestato il 29enne capaccese Giancarlo Rossi, ritenendolo responsabile dei raid. A questo punto l’indagine è di nuovo aperta ad ogni ipotesi. Purtroppo per la famiglia Paolino, non resta che fare nuovamente la conta dei danni. L’attività funziona da autofficina, autolavaggio, gommista e rivendita auto, oltre che commercio all’ingrosso di utensili e ricambi.CENTRO MOTOR 1

FONTE VOCE DI STRADA-FOTO STILE TV

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.