AGROPOLI

CAPACCIO PAESTUM,COMUNICATO DI FORZA ITALIA

A far data dal 29 Marzo 2018 il coordinamento cittadino di Capaccio Paestum, ha denunciato la vergogna dei dischetti di plastica fuoriusciti dal depuratore di Varolato che hanno inquinato tutto il Mar Tirreno.
La Procura della Repubblica di Salerno ha ordinato il sequestro del depuratore e ha aperto un’inchiesta a carico del sindaco e di altri aventi causa nel disastro ambientale.
Inutilmente abbiamo invocato un chiarimento da parte del Sindaco per emendare eventuali errori, ma anche per poter seguire il drammatico iter di una vicenda che rischia di rovinare un’economia turistica già duramente messa alla prova dalla crisi.
Apprendiamo dalla stampa che anche Lega Ambiente Campania con voce della direttrice Francesca Ferro è intervenuta in difesa dei cittadini, depositando in procura una richiesta di accesso agli atti per avere certezza dell’indagine in corso con l’auspicio che i responsabili dello scempio siano perseguiti per il reato di inquinamento ambientale ai sensi della legge n.68/2015 sugli scarichi.
La direttrice Francesca Ferro è pronta altresì a costituirsi parte civile nel procedimento penale. Anche Goletta Verde ha denunciato l’accaduto.
Da parte nostra il coordinatore cittadino chiede ai parlamentari salernitani di Forza Italia di avanzare idonea interrogazione al Ministero per l’Ambiente e a e a quanti si riterrà opportuno accompagnata da analoga richiesta di accesso agli atti.
Molti cittadini si chiedono: perché lo Stato CI HA ABBANDONATI? Noi siamo tra quelli che hanno ancora fiducia nello STATO!!!
Ma lo STATO a tutti i suoi livelli non ci abbandoni. Lo si sappia a memoria futura! NUBI OSCURE stanno calando sul CILENTO e sulla VALLE DEL SELE…

Fabio SCARIATI Coordinatore Forza Italia CAPACCIO PAESTUM

comunicato stampa
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.
http://www.agropolinews.it/