AGROPOLI

CAPACCIO PAESTUM,LE PALLE,I CENTOMILA EURO E CICCIOLINA

ITALO VOZA 3
Italo Voza sindaco di Capaccio Paestum,in pochi anni ha fatto più di quanto non avevano fatto i suoi predecessori per 50 anni

Il sindaco di Capaccio Paestum come sempre ha ragione.Inutile che sbattono la testa contro  il muro i vari faccendieri alcuni dei quali si sfogano sui social,altri hanno perso i carri e vanno trovando i buoi,altri ancora come Cicciolina  la quale è così distratta a fare sesso con vari uomini da strapazzo(non sa nemmeno farlo visto che poi fa figli con persone diverse) da non capire cosa fosse successo vabbè lei ha solo usufruito dei favori dei  politici vicini e con quei vantaggi campa di rendita.Oppure mister centomila euro che ironizza mentre dall’opposizione tace perchè nel confronto in consiglio  essendo un condannato soccombe sempre e usa i social per parlare. E’ giusto quindi chiarire la vicenda per come è andata anche perchè i faccendieri affaccendati in ben altre faccende tentano di riprendersi il potere attraverso queste misere attività. Cicciolina ha usufruito già troppo del potere al comune di Capaccio Paestum e nessuno la vorrebbe rivedere favorita a danno di altri per le sue cose personali e stiamo aspettando il momento in cui si certifica davanti ad un magistrato la sua quotidiana frode allo stato di cui tutti sono a conoscenza,proprio tutti.La schifa tutto il comune non solo per aver fatto figli con uomini diversi ma anche per i vantaggi costanti  e gratuiti di cui ancora usufruisce.L’acqua prima e il vento poi hanno fatto bloccare,per precauzione,solo per poche ore,la borsa del turismo archeologico che in questi giorni si tiene nell’area dei Templi.La Tensostruttura fatta istallare dall’amministrazione comunale è stata messa a dura prova dal forte vento ma ha retto benissimo e tutto torna alla normalità fra breve.Italo Voza ha avuto ancora ragione.Il vento ha dato dunque fiato ai delusi del progresso capapaestano i quali,poveracci,si appellano a qualsiasi cosuccia pur di avere visibilità e tentare,senza riuscirci d screditare il sindaco il quale a sua volta non se ne frega proprio e d’altra parte la sua attività a favore della crescita del comune non gli consente pause ne distrazioni per falliti,fallite e gente inutile allo sviluppo.La palle furono programmate dall’amministrazione comunale attuale come investimento per il territorio in una zona dalle infinite templipotenzialità.Purtroppo queste strutture creavano grossi problemi a chi in passato non aveva fatto niente.Ci sono stati personaggi che l’unico apporto dato al territorio è stato quello di tenerlo fermo.Nulla si è fatto per far si che il territorio decollasse.La presenza di queste strutture polifunzionali potevano aumentare e esponenzialmente a costi ridotti l’afflusso di visitatori ed espositori durante tutto l’anno.L’invidia di alcuni ha fatto si attraverso cavilli burocratici che queste strutture dovessero sparire dall’area dei templi.Con questa operazione si è fatto credere alla gente che le manifestazioni di questo tipo potessero essere spostate fisicamente in altri posti senza rendersi conto che effettivamente se venivano fatte qui era solo ed esclusivamente per la presenza dei templi(vedi ad esempio ex cinema Miriam abbandonato perchè non aveva alcuna resa oppure i vari capannoni industriali abbandonati a se stessi come pure l’ex tabacchificio).Attualmente la mancanza di queste strutture fanno godere solo coloro che mirano al sottosviluppo del comune di Capaccio Paestum il sindaco se ne esce sempre meglio e più gli fanno i dispettucci più gli fanno un piacere.E sempre lui ad avere ragione.L’accozzaglia di personaggi ormai nella spazzatura si goda la città dei templi tanto al potere non tornerà mai più non perchè lo decidono loro perchè è la gente che ha deciso.Sergio Vessicchio

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.