AGROPOLI

CAPACCIO PAESTUM,MA QUALE MESSA IN SICUREZZA IL SELE E’ TRACIMATO

CAPACCIO PAESTUM. Il Sele torna ad esondare alla foce, creando notevoli disagi a turisti e proprietari di strutture ricettive nella zona in piena estate. È stato già completamente invaso dall’acqua, infatti, il piccolo porticciolo turistico ‘Molo Nautico Sele’ (nella foto), gestito da anni dall’imprenditore Bartolomeo Gallo, il quale in poche ore ha perso il lavoro di un anno, con danni economici rilevanti.
In allerta, da ieri mattina, gli ospiti di tre noti campeggi dislocati nella zona: circa 250 le famiglie di villeggianti costrette ora a convivere con il timore che l’acqua alta possa raggiungere anche tende, roulotte, camper ed automobili, con relativa preoccupazione per la propria incolumità, visto lo stato del fiume che, da un momento all’altro, potrebbe tracimare ancora, portando con sé detriti, rami e tronchi. Due, infatti, le esondazioni verificatesi nelle ultime 48 ore nella zona: numerose le segnalazioni pervenute anche alla nostra redazione.
A destare paura, in particolare, è la foce del fiume, completamente ostruita da cumuli di detriti, che hanno creato una lunga striscia di materiali litoidi che impedisce il regolare deflusso delle acque in mare.
Questa mattina, c’è stato un sopralluogo da parte dei carabinieri della Stazione di Capaccio Scalo, diretti dal l.te Serafino Palumbo, e degli agenti della polizia municipale, coordinati dal cap. Natale Carotenuto, i quali hanno subito informato il sindaco Franco Palumbo della situazione.FONTE STILE TV