AGROPOLI

CAPACCIO PAESTUM,POLITICA FA TUTTO LA FIGLIA DI PASQUALE MARINO E FRANCO PALUMBO LA SEGUE,NE HANNO PER CHIUNQUE

Ormai sembra lei la candidata sindaco nella coalizione di 4 liste capeggiata da Franco Palumbo ma sostenuta dalla figlia dell’ex sindaco Marino,Roberta,compagna di Piano candidato e titolare del simbolo di Forza Italia.Organizza comizi,incontri,riunioni,scrive i discorsi del sindaco di Giungano oltre che dirne di tutto e di più sul suo profilo facebook dal quale dispensa “complimenti e carezze” a tutti.I toni coriacei con i quali si dibatte sui social li ha trasmessi al candidato sindaco Palumbo il quale fa tutto quello che dispone lei ormai egemone. Nemmeno quando era candidato il padre,un vero Signore, faceva tutto questo.Lei scrive anche i comunicati stampa relativi alla campagna elettorale di Franco Palumbo e poco ci manca che non si mette a fare i comizi al posto del maresciallo Palumbo.Ma per quale motivo Roberta sta facendo tutto questo? Perchè si è esposta tanto?E cosa ne pensa la gente?I motivi pubblicamente non si sanno ma sotto sotto la persone  cominciano ad enunciarli anche perchè Palumbo di campagne elettorali ne ha fatte  e non si ricorda mai un Palumbo così agonisticamente impegnato.Roberta Marino da tempo ha cominciato ad attaccare la politica capaccese pestana per cui la sua discesa nell’agone elettorale è partita da lontano.Ha candidato Piano nella lista e lei muove i fili e lo fa con una scaltrezza straordinaria da fare invidia ai più astuti politici della prima repubblica.Probabilmente senza la nostra azione giornalistica sarebbe venuta fuori più avanti.Non si muove da sola questo è ormai evidente e intorno a Palumbo ruotano anche degli imprenditori molto noti tra la piana del sele e la valle del calore.Il progetto politico-imprenditoriale  di Palumbo comincia a prendere forma ed è ormai evidente che non si tratta di una candidatura tanto per farla se il maresciallo,o chi per esso, sta mettendo in campo forze  economiche straordinarie per fare una campagna elettorale così dispendiosa.Aggressiva con toni agitati ma anche con fervore e provocazione,attacchi politici a tutti i candidati(qui la regia è di Vanessa),la campagna elettorale del maresciallo giunganese sta entrando nel vivo.Nel mirino naturalmente Italo Voza su tutti,poi Franco Sica e Nicola Ragni i quali tutti e tre non hanno mai alzato i toni in questa campagna elettorale(almeno fino a questo momento) esponendo i programmi senza far emergere gli scontri che pure hanno avuto negli ultimi tempi.Anche Angelo Quaglia ha avuto la sua dote da Palumbo ma questi risponde per le rime mentre il grillino,Palumbo, non lo ha preso proprio in considerazione e anche qui c’è una motivazione precisa perchè sa bene che se  Bernardi fa  il grillino come si deve probabilmente riesce a dire quello che altri non dicono ma francamente  è poca cosa politicamente,un ragazzino messo li da due attivisti grillini( i due sono noti diffamatori di professione dietro le tastiere e se qualcuno sbatte i piedi per terra scappano) i quali per paura di fare un figura da niente fanno divertire il figlio del vigile peraltro simpaticissimo.Insomma Roberta Marino  è riuscita a dare un ruolo a Palumbo in questa campagna elettorale e questo le va riconosciuto ed è le la protagonista di questa competizione. Palumbo contro tutti gli altri candidati.In definitiva chi vota Palumbo vota Roberta Marino e anche quegli imprenditori che lo appoggiano.Peccato che i sondaggi pubblicati il giorno prima della chiusura delle liste,5 giorni fa, lo vedono ancora molto indietro rispetto a Voza e Sica.Ora dopo questo ennesimo articolo verità di certo la figlia di Pasquale Marino di cui non sapevamo nemmeno l’esistenza fino a poco tempo fa e cioè da quando abbiamo cominciato a scrivere della politica all’ombra dei templi,farà partire i soliti attacchi,guarda un po, cominciati quando abbiamo trattato appunto la politica in questo comune,attacchi conditi di falsità e maldicenze,ci fanno solo il solletico.Una cosa è certa sui  trenini non ci siamo  mai saliti  ancora,io salgo solo sulla  Frecciarossa perchè con me si corre i trenini non sono il mio forte, sul trenino  vi metterà il popolo di Capaccio Paestum o verso il comune o verso Giungano.Sergio Vessicchio