AGROPOLI

CAPACCIO PAESTUM,PARTITA LA BONIFICA DELL’ARENILE

SpiaggiafaustoCAPACCIO. Pulizie di Pasqua sul litorale di Paestum. È partita in questi giorni la bonifica dell’arenile.«Abbiamo iniziato con la rimozione degli ingombranti – dice il consigliere comunale Maurizio Paolillo che sta seguendo le attività – abbandonati sull’arenile. Abbiamo trovato anche dei frigoriferi e fino a questo momento oltre una settantina di copertoni, poi passeremo alle altre tipologie di rifiuti».Tutta la spazzatura rinvenuta – dalla plastica, al vetro, ai rifiuti vegetali – una volta collocata nei sacchi, viene caricata sui trattori per il successivo smaltimento. Ad effettuare la pulizia sono gli operai della azienda speciale “Paistom” neo-assunti a tempo indeterminato.L’opera di bonifica è finalizzata alla fruibilità del litorale in occasione delle festività di Pasqua.CONTINUA

Il primo tratto interessato dagli interventi di rimozione dei rifiuti è stata la contrada marittima della Laura. La bonifica continuerà fino a quando non sarà ripulito tutto il litorale e le rinomate dune pestane. «Purtroppo – commenta amareggiato Paolillo – c’è ancora questo malcostume diffuso di abbandonare i rifiuti sulla spiaggia. La mareggiata e l’alluvione hanno contribuito a peggiorare la situazione incrementandone la quantità».Le spiagge sono state invase anche da ingenti quantitativi di manufatti in polistirolo utilizzati dagli agricoltori per la collocazione delle piantine da seminare. Nei prossimi giorni inizierà anche la pulizia delle aree demaniali private. «Ci stiamo preparando per effettuare gli interventi presso gli stabilimenti balneari – evidenzia il presidente del Consorzio dei lidi di Paestum, Albertino Barlotti – ma per le festività di Pasqua quasi tutti lidi, tranne qualcuno, resteranno chiusi anche perché il tempo previsto non è dei migliori».Il tratto di costa interessato ha una lunghezza di circa 13 chilometri: dalla foce del Sele al confine con il comune di Eboli fino alla foce del fiume Testene ai confini con Agropoli. L’amministrazione si è attivata in largo anticipo proprio per avere una spiaggia pulita già con l’inizio della primavera. Insomma gli arenili saranno liberati da tutti i materiali che le mareggiate invernali e le piene dei fiumi hanno riversato sulle spiagge. Oltre a tutti i rifiuti abbandonati dal balordo e l’incivile di turno che utilizza il litorale come uno sversatoio per ogni sorta di materiali che andrebbero smaltiti in modo adeguato a tutela dell’ambiente.Angela Sabetta

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.