AGROPOLI

CAPACCIO,DOMENICA È IL GIORNO DEL REFERENDUM CITTADINI PRONTI A SCEGLIERE SE CAMBIARE O NO IL NOME

20140611-105656-39416970.jpg
Un referendum consultivo per cambiare il nome del comune da “Capaccio” a “Capaccio Paestum” così da coniugare la storia recente del centro salernitano con quella antica. A decidere saranno chiamati il prossimo 15 giugno i residenti del Comune della Piana del Sele. L’iniziativa è nata per volontà dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Italo Voza.
Nonostante la fama internazionale del sito archeologico, patrimonio mondiale dell’Unesco, con i templi dorici meglio conservati del mondo, Paestum – fondata seicento anni prima di Cristo da coloni greci che la chiamarono Poseidonia in onore del dio del mare, poi ribattezzata Paistom dai Lucani e, infine Paestum dai Romani – è oggi solo una frazione del Comune di Capaccio. La consultazione giunge al termine di un lungo iter che prevedeva anche il voto in Consiglio regionale, dove la proposta è stata votata all’unanimità. L’amministrazione comunale, che ha proposto il referendum, ha voluto riconoscere l’importanza della denominazione Paestum senza rinunciare alla storia più recente ma alla quale i cittadini sono altrettanto legati, di Capaccio. Ed è proprio a loro che spetterà l’ultima parola.

20140611-110119-39679969.jpg

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.