AGROPOLI

CASTELLABATE,ASSEGNATO IL PREMIO RIPA

premio ripa 1Si arricchisce di altri nomi di spicco la rosa dei giornalisti premiati con il Ripa. La cerimonia di consegna dei riconoscimenti per l’edizione 2014 del Premio di Giornalismo “Giuseppe Ripa”- intitolato alla memoria del decano dei giornalisti cilentani – si è svolta sabato scorso a S. Maria di Castellabate, sulla terrazza dell’antica Torre Perrotti.Quanto mai suggestiva la location scelta, un salotto a cielo aperto – messo a disposizione da Giulia e Francesca Perrotti – che ha visto la partecipazione di giornalisti ed esponenti del mondo culturale provenienti da tutta la Campania. A promuovere l’evento dedicato all’Informazione è l’Associazione Artistico Culturale Giuseppe Ripa, presieduta da Giuseppe Ianni. La giuria è guidata dal presidente dell’Ordine dei Giornalisti della Campania, Ottavio Lucarelli ed è composta da Angelo Di Marino, Paolo Romano, Giuseppe Ianni, Stella Cervasio, Gennaro Malzone e Giuseppe Galzerano.In questa sesta edizione, oltre a singole personalità dell’informazione, il Premio ha focalizzato la sua attenzione su due tematiche specifiche: “La Terra dei Fuochi” ed il 70° anniversario di “Salerno Capitale”. I riconoscimenti sono così stati assegnati ai giornalisti: Mariano Ragusa de “Il Mattino”; Gianni Giannattasio de “la Città”; Pietro Gargano, alla carriera già caporedattore de “Il Mattino”. Due i premi alla Cultura: all’avvocato Gerardo Marotta, presidente dell’Istituto Italiano per gli Studi Filosofici ed a Francesco Abbate, autore di una monumentale Storia dell’Arte Meridionale. Per la tematica della “Terra dei Fuochi” i premi sono stati consegnati a Marco Demarco, già fondatore e direttore de “Il Corriere del Mezzogiorno” e a don Maurizio Patriciello per “Non aspettiamo l’Apocalisse”. Su questo tema ha relazionato la giornalista Concita De Luca, presentando l’esperienza de “Le voci di dentro”, video-documentario che raccoglie le testimonianze dirette di chi vive nei luoghi di un inferno finalmente svelato anche nei suoi confini più vicini al nostro territorio.Per l’altro tema portante dell’edizione 2014 del Ripa, premiato il collega del nostro quotidiano Gianni Giannattasio «giornalista di lungo corso, da sempre attento all’intreccio tra la grande Storia e la piccola Storia – si legge nella motivazione – Per i 70 anni di “Salerno Capitale” Giannattasio ha curato brillantemente un inserto sul quotidiano “la Città”, rispolverando aneddoti, vicende, personaggi e pagine inedite del nostro passato».La serata, moderata da Paolo Romano, «ha aperto – spiega il presidente Ianni – un confronto sui media attraverso i richiami alla deontologia di un giornalismo inteso come partecipazione democratica alla crescita della società civile, onorando così la memoria di Giuseppe Ripa scomparso nel 2005, dopo oltre sessant’anni di scrittura su diverse testate».

premio ripa 2