AGROPOLI

CASTELLABATE,CAOS SUL BILANCIO DEL 2012 POSSIBILE RITORNO ALLE URNA

MUNICIPIO CASTELLABATECASTELLABATE. Danno patrimoniale al Comune di Castellabate, nei guai sindaco e giunta: i finanzieri della compagnia della Guardia di Finanza di Agropoli, coordinati dalla Procura della Repubblica di Vallo della Lucania hanno infatti portato avanti delle indagini tese ad accertare il rispetto delle norme previste dal Testo Unico degli enti locali da parte degli amministratori del Comune di Castellabate in occasione dell’approvazione del rendiconto per la gestione dell’esercizio finanziario dell’annualità 2012. A conclusione delle indagini, coordinate dal procuratore capo della Repubblica presso il tribunale di Vallo della Lucania, Giancarlo Grippo e dal sostituto procuratore Ivana Niglio, sono state emessi avvisi di garanzia nei confronti del sindaco del Comune di Castellabate, del vice sindaco e dei consiglieri di maggioranza, in carica nell’anno 2013 per violazione alle norme del codice penale, per aver approvato  il conto del bilancio dell’esercizio comunale 2012 in violazione alle norme previste dal Testo Unico  e ai principi contabili imposti. dal Patto di stabilità. Coinvolti nell’inchiesta anche il  revisore unico dei conti dell’ente, il responsabile dell’area IV – economico/finanziaria, il responsabile del servizio finanziario/area economico finanziaria e affari generali dell’ente e il responsabile dell’Ufficio tributi.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.