AGROPOLI

CASTELLABATE,CEMENTO TRA I GIGLI SEQUESTRI E DENUNCE AL LAGO

lagoOpere abusive su demanio marittimo a Castellabate. L’ufficio circondariale marittimo di Agropoli, diretto dal tenente di vascello Rosario Florio, ha messo i sigilli alle opere realizzate abusivamente all’esterno di un’abitazione privata in località Lago. L’attività investigativa è stata svolta dall’ufficio locale marittimo diretto dal maresciallo Pasquale De Vita. Il privato aveva realizzato una corte sul demanio marittimo costituita da opere rivestite in pietra, ed aveva anche posizionato sulla proprietà privata, (esattamente sulla linea di confine del demanio) un cancello in ferro zincato privo della necessaria autorizzazione del Compartimento marittimo.Le opere sono state sottoposte a sequestro penale preventivo. L’abuso ha comportato anche un danno ambientale in quanto le predette opere hanno recato danno sia alla duna sabbiosa che alla presenza della macchia mediterranea costituita da gigli di mare. Antonio Vuolo