AGROPOLI

CASTELLABATE,I DUE ARRESTI PER DROGA ALIMENTANO UN TURISMO DI BASSO PROFILO

devivoNappo
ALESSANDRO DE VIVO A SINISTRA E ROSARIO NAPPO A DESTRA I DUE TURISTI DI OTTAVIANO ARRESTATI PER SPACCIO DI DROGA

Castellabate.Doveva essere il centro di Benvenuti al sud in tutti i sensi e invece l’attuale amministrazione comunale inefficiente e disorganizzata sta soltanto facendo scadere il turismo e i servizi compromettendo il lavoro importante e qualitativo delle scorse amministrazioni avviato dal compianto Tortora. La guida del partito Fratelli d’Italia a Castellabate   sta facendo rimpiangere quella di Maurano. I servizi sono scadenti,la gente si lamenta e i cittadini del posto sono inviperiti per i notevoli ritardi. La delinquenza imperante nel comune la dice lunga di come stanno le cose. Il turismo di Castellabate doveva essere di grande livello dopo le attenzioni del film girato qualche anno fa Benvenuti al sud e invece tutto si è ridimensionato non tanto nei numeri ma enlla qualità. Lo dimostra il grande lavoro che i carabinieri sono costretti a svolgere quotidianamente. L’altro ierile forze dell’ordine hanno tratto in arresto due giovani  per spaccio di droga.I Carabinieri della locale Stazione, durante un apposito servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati in materia di stupefacenti, hanno arrestato Alessandro De Vivo, classe 1981, e Rosario Nappo, classe 1991, per il reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.I due ragazzi, entrambi di Ottaviano (NA), nullafacenti e con precedenti per uso di droga, erano stati già controllati  e, poiché erano stati trovati in possesso di 0,5 grammi di marijuana, erano stati segnalati alla prefettura per uso personale di droga.Ma i Carabinieri, non persuasi della buona fede dei giovani, hanno continuato a indagare su di loro, monitorandoli attentamente.L’acume investigativo dei militari si è rivelato esatto poiché nella tarda serata di lunedì i carabinieri, sottoposti ad un ulteriore controllo i due ragazzi, li hanno trovati in possesso di 27,2 gr. di marijuana e 1,5 gr. di cocaina divisa in 3 dosi, nonché la somma contante di 600,00 euro suddivisa in banconote di piccolo taglio, sicuro provento di spaccio.La successiva perquisizione domiciliare consentiva di rinvenire altri 129 grammi di Marijuana in suo possesso, che il reo stava facendo essiccare nella mansarda della propria abitazione.Pertanto i due spacciatori sono stati arrestati e trattenuti nelle camere di sicurezza in attesa del giudizio direttissimo, mentre la droga e i soldi sono stati sottoposti a sequestro. Questo è solo uno degli episodi ma gli stessi carabinieri stanno monitorando tutto il comune di Castellabate per la presenza di turisti di basso livello come nel caso dei due arrestati i quali erano a San Marco di Castellbate come turisti e spacciavano la droga. Un turismo di scarso profilo comune un po a tutti i centri rivieraschi cilentani.