AGROPOLI

CASTELLABATE,I FAMILIARI DI GIUSEPPE SPINELLI: ” NON VOGLIAMO VENDETTA MA VOGLIAMO GIUSTIZIA”

LUISA MAIURI
LUISA MAIURI

Salerno. Dai fasti cinematografici alla tragedia. Castellabate, il comune cilentano famoso per il film “Benvenuti al Sud” continua a far parlare di se. Questa volta non attraverso le storie divertenti della coppia Siani-Bisio ma di quelle drammatiche degli stessi abitanti del luogo. Unico comun denominatore la semplicità e il grande cuore di alcuni dei protagonisti: come la moglie e il figlio di Giuseppe Spinelli, il pensionato di 88 anni investito ed ucciso da due auto martedì pomeriggio sulla ex Statale 267, che a distanza di quarantott’ore dalle tragedia non urlano vendetta ma chiedono soltanto «giustizia giusta e verità», fa sapere il loro legale di fiducia, l’avvocato Antonio Mondelli. «Avendo considerazione – aggiunge il legale – per il dolore che in questo momento provano, come loro, anche altre persone».Una tragedia nella tragedia: ad investire per la seconda volta l’anziano, sbalzato in aria da una prima vettura, è stata il vicesindaco di Castellabate, Luisa Maiuri, la cui auto, andata via senza prestare soccorso, è stata identificata proprio attraverso le telecamere di sicurezza posizionate su quella strada, conosciuta come la «via del mare», dalla stessa amministrazione della quale fa parte. Sono stati poi i carabinieri della stazione di Santa Maria di Castellabate a identificarla e bussare alla porta della sua abitazione per condurla in caserma e interrogarla sull’accaduto. Sono le 18 di martedì quando si consuma la tragedia. Spinelli era stato al bar con alcuni amici quando decide di rientrare a casa, in località San Pietro. Quel tratto di strada non è molto illuminato ma le strisce a terra indicano il divieto di sorpasso. Il pensionato ha appena attraversato metà della strada quando viene investito da un’Audi5 guidata da Luca Ippolito, direttore della filiale Bcc di Castellabate. L’uomo, originario anche lui della zona, stava rincasando a Vallo della Lucania dopo il lavoro. Subito dopo l’impatto violento Ippolito corre da Spinelli e allerta i soccorsi. Quando arrivano i medici dell’Humanitas e i carabinieri, trovano il direttore di banca sotto choc.È lui a raccontare l’accaduto, a dire che dopo aver investito l’anziano ha visto un’altra auto, una Giulietta Alfa Romeo, passare sopra al corpo dell’uomo. Le sue dichiarazioni trovano conferma nelle riprese delle telecamere di sicurezza e poi anche nelle dichiarazioni della stessa conducente di quell’auto, il vicesindaco Maiuri. La donna, che percorreva la stessa strada in direzione opposta a quella di Ippolito, ovvero da Agropoli a Santa Maria di Castellabate, ha da subito dichiarato ai carabinieri di non essersi accorta di aver investito una persona. Ha raccontato di aver capito cosa era accaduto soltanto quando, rientrata a casa, le hanno raccontato della tragedia: così ha avuto soltanto il tempo di chiamare il marito per farsi accompagnare in caserma che i carabinieri hanno bussato alla porta della sua abitazione.«La mia assistita – ha spiegato ieri l’avvocato Attilio Tajani – non si è accorta di quanto accaduto, altrimenti si sarebbe fermata. Ha pensato di aver colpito un oggetto inanimato». Su quanto accaduto martedì pomeriggio sulla ex Statale 267 indaga ora la procura di Vallo della Lucania che, per il momento ha iscritto la Maiuri e Ippolito nel registro degli indagati con l’accusa di concorso in omicidio colposo con l’aggravante, per la sola vicesindaco, di omissione di soccorso. Subito dopo la tragedia, dopo l’arrivo del magistrato di turno, il procuratore aggiunto Alfredo Greco e il medico legale Francesco Lombardo, il corpo senza vita di Giuseppe Spinelli è stato trasferito presso l’obitorio dell’ospedale vallese San Luca.A disposizione del magistrato il quale, ieri mattina, dopo un primo esame esterno della salma, ha disposto anche l’autopsia fissando l’esame per domani mattina. Esame al quale parteciperà anche un perito della famiglia Spinelli, il medico legale Gerardo Sodano. È necessario infatti stabilire una cosa molto importante: capire se Spinelli sia morto sul colpo dopo il primo impatto oppure se a causargli la morte sia stato il secondo investimento. Intanto il sindaco di Castellabate, Costabile Spinelli, pur dichiarando la propria vicinanza al suo vicesindaco, sottolinea che bisogna pensare alla famiglia della vittima. «Oggi è il giorno degli sciacalli – ha commentato – invece dovremmo piangere la persona che è morta. Maiuri? Chi la conosce sa che è una persona di specchiata moralità».Solidarietà alla famiglia della vittima ed al vicesindaco è stata espressa anche dal deputato di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli. Cordoglio ai familiari di Spinelli, invece, da parte dell’associazione italiana Familiari e Vittime della Strada.Petronilla Carillo

LUCA IPPOLITO L’ALTRO AUTOMOBILISTA AVEVA SUBITO PRESTATO SOCCORSO

incidente san pietro
IL LUOGO A SAN PIETRO DOVE E’ AVVENUTO L’INVESTIMENTO

CASTELLABATE. Agli inquirenti, che l’hanno interrogata durante la sera, ha detto di non essersi proprio accorta di aver investito una persona. Si tratta del vicesindaco di Castellabate, Luisa Maiuri, la donna che non si è fermata a prestare soccorso dopo aver investito martedì sera in località San Pietro l’88enne del posto Giuseppe Spinelli. È quanto emerge dalle prime indagini dirette dal sostituto procuratore della procura della Repubblica di Vallo della Lucania, Alfredo Greco. L’altra auto coinvolta nel terribile incidente era, invece, guidata dal direttore della banca Bcc locale. Sarebbe stato proprio lui, secondo una prima ricostruzione, ad investire dapprima con la sua Audi A5 l’anziano, mentre stava attraversando la strada, scaraventandolo sulla corsia opposta, ove sopraggiungeva l’Alfa Romeo Bianca, guidata dal noto politico locale, che l’ha completamente travolto senza però fermarsi a prestare soccorso. È stato proprio il conducente dell’Audi a fermarsi subito per allertare i soccorsi. I reati ipotizzati per i due sono concorso in omicidio colposo, con l’aggravante dell’omissione di soccorso per il vicesindaco.A fare i primi rilievi e ad ascoltare i due conducenti, coordinati dal pm Alfredo Greco, titolare delle indagini, sono stati gli agenti della Polizia Stradale di Vallo della Lucania, agli ordini dell’ispettore capo Gianfranco Franco, ed i carabinieri della locale stazione agli ordini del maresciallo Santino Musto. Al vaglio degli inquirenti, vi sono anche le immagini delle videocamere di sorveglianza comunale posizionate proprio in prossimità dell’incrocio stradale, teatro della tragedia. Ci sarebbero, inoltre,dei testimoni oculari già ascoltati dagli investigatori. Le due auto sono state sequestrate e le patenti di guida ritirate. La scarsa visibilità potrebbe essere, invece, la causa del doppio investimento.Tuttavia, per fare ulteriore sulla vicenda, dopo un primo esame esterno del medico legale Lombardo, il pm Greco ha disposto per venerdì mattina l’esame autoptico sul corpo della vittima presso l’ospedale di Vallo. Un ulteriore esame, contestualmente, sarà eseguito nella stessa giornata dai Ris di Salerno. Vi prenderà parte anche il dottore Gerardo Sodano, nominato consulente di parte dagli avvocati dei familiari della vittima, Antonio Mondelli ed Emilio Miglino. Molto scossa per la tragedia è il vicesindaco Maiuri. «La mia assistita non si è accorta di quanto successo, altrimenti si sarebbe fermata. – spiega il legale, Attilio Tajani – Ha pensato di aver colpito un oggetto inanimato. Non è vero che è fuggita tant’è che, giunta a Santa Maria, ha saputo della tragica notizia e, facendo un collegamento con quel sobbalzo avvenuto pochi minuti prima, ha realizzato tutto. Quindi, ha avvisato il marito per andare spontaneamente dai carabinieri».Cordoglio ai familiari della vittima e vicinanza al vicesindaco sono stati espressi anche dal sindaco, Costabile Spinelli. «Oggi è il giorno degli sciacalli, – dice il primo cittadino – invece dovremmo piangere la persona che è morta. Maiuri? Chi la conosce sa che è una persona di specchiata moralità. Sono certo che chiarirà la sua posizione». Solidarietà alla famiglia della vittima ed al vicesindaco è stata espressa anche dal deputato di Fratelli d’Italia, Edmondo Cirielli. Cordoglio ai familiari di Spinelli, invece, da parte dell’associazione italiana Familiari e Vittime della Strada.ANTONIO VUOLO