AGROPOLI

CATELLABATE,IL SINDACO SPINELLI ORA VUOLE IL PRONTO SOCCORSO AD AGROPOLI E CONFERMA: “L’OSPEDALE ANDAVA CHIUSO TROPPI DOPPIONI”

costabile spinelli
IL SINDACO DI CASTELLABATE COSTABLE SPINELLI ELETTO IN UNA CIVCA E POI PASSATO IN QUALITA’ DI ESPONENTE DI FRATELLI D’ITALIA LO STESSO PARTITO DI CIRIELLI,SQUILLANTE,FEOLA .SPINELLI HA AVUTO ANCHE IL DOPPIO INCARICO D ASSESSORE PROVINCIALE SINDACO DI CASTELLABATE

CASTELLABATE. «Non ci serve l’ospedale di Agropoli con reparti doppione e spesa del personale in eccesso quanto piuttosto un pronto soccorso per gestire le emergenze». È quanto afferma Costabile Spinelli, sindaco di Castellabate, dopo la morte l’altro ieri di un anziano turista che è spirato mentre veniva trasportato in ambulanza all’ospedale di Vallo.Torna d’attualità la chiusura dell’ospedale di Agropoli, che sarebbe stato raggiungibile nel giro di pochi minuti. Mentre per l’ospedale vallese, quello più prossimo al paese di “Benvenuti al sud”, sono necessari almeno 45 minuti con la Cilentana aperta, tempi che si allungano notevolmente percorrendo la SP 45. «Si sa – aggiunge Spinelli – che in caso di emergenza quanto prima si agisce più possibilità si ha di salvare un paziente. Capiamo bene la sostenibilità, i piani di rientro, che bisogna tagliare le spese e che dobbiamo adeguarci considerato il momento della politica e dell’economia nazionale; ma parallelamente bisogna garantire a questi territori l’emergenza, l’assistenza, il primo soccorso nel rispetto del rientro perché la salute umana non può essere barattata con l’economia».«Noi stessi – aggiunge Spinelli – come comune abbiamo subito un ulteriore taglio di 438mila euro ma non possiamo fare barricate, non è tempo neppure di fare battaglie ideologiche o di parte, non bisogna continuare con quei discorsi di quello che era l’ospedale di Agropoli e di quello che poteva essere, dei numeri, perché anche i Tribunali ne hanno decretato la chiusura, ma piuttosto lottare perché venga garantita l’emergenza. Ad Agropoli – conclude – noi dobbiamo avere il pronto soccorso, questa è la battaglia da condurre, un presidio che sia punto di riferimento dove recarsi in caso di necessità».Andrea Passaro  FONTE LACITTA’