AGROPOLI

COSTIERA AMALFITANA IN TILT,SERVE UN PIANO PER EVITARE IL BLOCCO COSTANTE

costera amalfitana traffcoStatale 163, ore 19: l’ennesimo inferno di traffico in un tardo pomeriggio di metà agosto con bus piccoli e grandi che si incrociano tra curve e strettoie, impacciati turisti al volante di rent car (troppe…!!), moto e scooter che si accalcano per trovare una via di fuga e affannati ciclisti della fascia serale. Tutto questo mentre i vigili urbani sono intenti più a garantire la sicurezza dei pedoni sulle strisce pedonali che a sbrogliare grovigli inestricabili di lamiere. Quando capiremo che in Costiera non si possono conciliare indiscriminatamente tutte le esigenze, sarà, irrimediabilmente tardi. Sono sempre più convinto che per ritrovare un minimo di vivibilità occorrono interventi drastici: targhe alterne e numero chiuso. Scelte coraggiose che la politica locale (senza esclusione tra chi governa e chi ambiva a farlo) difficilmente adotterà succube com’è dei poteri forti di nuovi e improvvisati signori dell’accoglienza e esercenti votati alle richieste di un insostenibile turismo mordi e fuggi…MARIO AMODIO