AGROPOLI

DAL 1 AGOSTO RIVOLUZIONE SUI TRENI REGIONALI

trenitaliaIn carrozza, si cambia. Per chi viaggia sui treni regionali dal 1 agosto ci sarà una piccola rivoluzione messa a punto per combattere l’evasione che non accenna a diminuire sulla strada ferrata.I protagonisti della svolta saranno i biglietti che subiranno una trasformazione sia nella forma che nella sostanza. Tanto per cominciare a differenza di quanto avvenuto finora riporteranno la data del viaggio e saranno validi soltanto 4 ore dopo la convalida all’obliteratrice. Già dal dicembre 2015 erano spariti dalla vendita i biglietti a fascia chilometrica, e quelli vecchi in circolazione sono stati usati fino alla fine di giugno.Ora alla biglietteria verrà richiesto il giorno della partenza perché sia stampato sul ticket. Che potrà essere usato esclusivamente entro la mezzanotte di quella stessa giornata, anzi per essere precisi non oltre le ore 23.59. Poi in caso di mancata convalida, non è più utilizzabile. Nell’ultimo anno, invece ( e fino alla fine di luglio) un biglietto regionale acquistato in stazione senza data poteva  essere usato nell’arco di due mesi dalla sua emissione e aveva validità 6 ore dal momento della convalida, due in più rispetto alle nuove norme più restrittive anche in termini di tempo. Trenitalia precisa che, se ci si trovasse ancora a bordo del treno allo scadere della validità, si potrà raggiungere la destinazione finale, ma senza fermate intermedie.E se si decidesse all’ultimo momento di partire in un giorno diverso da quello indicato? E’ possibile cambiare il biglietto, ma una sola volta ed entro la mezzanotte precedente alla data impressa. La modifica sarà gratuita se si fa presso una biglietteria o una macchinetta self service Trenitalia. Si pagano 50 centesimi in più se ci si rivolge ai tabaccai, ai punti vendita SiSalpay o LisPaga di Lottomatica. Nelle agenzie il supplemento è a discrezione dell’operatore.Inoltre, con le stesse modalità di prima, e sempre entro le 23,59 del giorno prima del viaggio acquistato si può cambiare l’itinerario, con una penale del 20% (massimo 3 euro) e richiedere il rimborso del biglietto, con una penale del 20% (rimborso minimo 8 euro).Non cambia nulla invece per i biglietti on line, sul sito o dalla App di Trenitalia che  possono essere acquistati  in qualsiasi momento fino a 20 minuti dalla partenza del treno e che riportano automaticamente il giorno del viaggio.Ma cosa accadrà in previsione di Luci d’Artista e del grande afflusso di visitatori che utilizzano la metro? Chi vorrà fare scorta di biglietti non potrà farlo. Facile prevedere con l’arrivo di visitatori che vorranno usare la metro lunghe code ai bar ed alle rivendite di biglietti per poter stampare i ticket. Un sistema che se da un lato combatte l’evasione dall’altro non facilita il lavoro alle rivendite e rischia di generare ulteriore caos per i grandi eventi come luci d’artista con tanti visitatori in fila non per le luci ma per acquistare i biglietti della metro.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.