AGROPOLI SPORT

D’ATTILIO,LO PETRONE,GUADAGNO SUPER E L’AGROPOLI SBANCA BATTIPAGLIA

Nonostante l’errore del nuovo allenatore di rimettere il dannoso 4-3-3 l’Agropoli senza meritare più di tanto vince sul campo della Battipagliese ma sbanda pericolosamente.Promosso solo il centrocampo poi niente più.Sbagliata la difesa zeppa di ragazzini,errore gravissimo,sbagliata la linea a tre offensiva nella quale il tecnico ha fatto venire il mal di testa ai due esterni alti Maione e Apicella,li cambiava continuamente perchè non tornavano e Defoglio e Iommazzo venivano infilati di brutta e mentre l’Agropoli giochicchiava tenendo il possesso di palla la Battipagliese andava vicinissima al vantaggio in tre occasioni,due grosse parate di Spicuzza e una traversa con palla che sbatte lontana dalla linea bianca.L’Agropoli si è retta sulla troppa qualità in mezzo al campo dove Lo Petrone,D’Attilio e Guadagno erano a dir poco fantastici in tutto,forse solo D’Attilio lasciava a desiderare nello scarico perchè non riusciva mai ad essere preciso.Ma con un centrocampo del genere nulla è impossibile,sono tre da serie d a vincere,i tifosi sperano che questi tre vengano confermati sempre e diventano titolari fissi perchè con tanta bontà tra qualità e quantità nulla e precluso alla squadra.La svolta all’inizio del secondo tempo quando un D’Attilio mostre ha rubato palla  sulla tre quart ha dato la alla a Bozzi che si sbilancia a tira debole ma Tesoriero non ci arriva e il numero nove dell’Agropoli diventa il match winner della partita.Poi nel secondo tempo sono entrati gli esperti Landolfi e Di Deo,è entrato anche Capozzoli la cui assenza non si è sentita ne tanto meno ha tolto qualcosa alla squadra.Non toglie e non mette,sicuramente la squadra senza di lui è più tranquilla,ha più soluzioni e non dipende dalla vena del re del “padrone è sotto”(noto gioco di carte di cui Capozzoli è un frequentatore assiduro fino a tardi la notte).Il resto della gara non ha fatto registrare grandi sussulti,la reazione della Battipagliese è stata neutralizzata al meglio e in contropiede e la vittoria dei delfini riporta la speranza di agguantare il Sorrento ora solo a 6 punti con lo scontro diretto ancora da disputare.Questa squadra sarà in grado totalmente di essere squadra e di imporsi quando negli undici titolari non ci saranno Maione( solo in coppia con Bozzi in attacco può essere impiegato),Apciella,Santonicola,Natiello e Capozzoli perchè senza questi è una squadra di serie D e lo stiamo dicendo dall’inizio del campionato e stiamo avendo ragione.Ha pagato De Cesare per farli giocare Olivieri si regoli.Sergio Vessicchio

Spicuzza 8 ha tenuto in piedi l’Agropoli durante gli sbandamenti della squadra .

Defoglio 6 lasciato solo da un modulo suicida ha fatto quanto ha potuto,cresce sempre.

Iommazzo 6,5 E’ irritante quando cerca per forza l’ammonizione con un atteggiamento incomprensibile ma dal punto di vista tecnico e tattico è straordinariamente bravo.Assicura qualità e spinta e lo fa con mestiere.

Lo Petrone 7,5 e’ il faro della squadra.Il punto di riferimento,detta i ritmi e fa girare la squadra ma poi non trova negli esterni e negli attaccanti gente capace di fare squadra.

Hutsol 6,5 Ha coperto bene e con disinvoltura quando non vuole strafare e quando il centrocampo lo aiuta da il meglio di se.

Giura 6,5 vale lo stesso discorso di Hutsol ma devono mettersi in testa che la difesa deve essere a tre.Con il rientro di Pascuccio eLandolfi trova poco spazio

Maione 5 la sua prestazione negativa è colpa dell’allenatore che addirittura lo ha messo alto a destra nel tridente,ruolo non suo.Il giudizio è all’allenatore,il ragazzo c’entra poco.se lo mettono punta è stecca la colpa è sua questa volta la colpa è di Olivieri.

Guadagno 7,5 qualità quantità scelta di tempo,grande giocatore,strepitoso,non abbiamo altre parole.

Bozzi 6,5 abbandonato li davanti da un modulo suicida ha dimostrato di essere attaccante vero alla fine del primo tempo quando come un felino si è lanciato sul pallone e il portiere gli ha negato la gioia del goal e all’inizio della ripresa quando D’Attilio lo vede e gli da una palla sporca che lui trasforma in goal.Si vede che sa giocare e si vede che non si tratta di un bidone,insieme ad un altro attaccante nel suo reparto può fare un grandissimo finale di stagione a patto che si cambia modulo.

D’Attilio 7,5 quando lo vedi insersi tra le linee ti accorgi che ha giocato a grandissimi livelli,copre benissimo ma scarica con approssimazione l’unico neo di un giocatore fantastico,peccato che de Cesare non lo fatto giocare oggi l’Agropoli sarebbe ancora prima e lui ancora sulla panchina.

Apicella 5 stesso discorso di Maione,ma è vittima del modulo.

 

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.