AGROPOLI

DI FRANCESCO AD AGROPOLI RICEVE IL DELFINO D’ORO PREMIATI INSIGNE E LUCCHESI

DI FRANCESCO 1 DI FRANCESCO 2Si è svolta la I edizione del Premio “Delfino d’Oro”, organizzato dall’Asd Mare Scus Agropoli in collaborazione col comune di Agropoli e col patrocinio dell’USSI Campania, media partner dell’evento è il Corriere dello Sport – Stadio. La cerimonia di consegna del premio, realizzato a mano da Ilaria Mainini e Luisa Di Paola, si è tenuta nella suggestiva location del castello angioino-aragonese, nel centro storico della città di Agropoli. Ad ottenere il prestigioso riconoscimento, nato quest’anno nell’ambito del torneo di calcio giovanile “Agropoli Città di Mare”, sono stati Eusebio Di Francesco, Roberto Insigne e Fabrizio Lucchesi.Tra gli allenatori, premiato Eusebio Di Francesco, che col Sassuolo ha da poco guadagnato una storica qualificazione all’Europa League. “Ricevere questo premio ad Agropoli, in una zona che conosco e con tanti amici, è un qualcosa che mi riempie di emozione positiva” ha detto Di Francesco, che ha poi preso parte al dibattito “Giovani e calcio: idee a confronto” moderato dal giornalista Rai, Gianfranco Coppola, a margine della cerimonia di premiazione, insieme a Roberto Insigne.Nella sezione “Giovane Calciatore”, ad aggiudicarsi il Delfino d’Oro è stato Roberto Insigne, calciatore di proprietà del Napoli e quest’anno in prestito all’Avellino. “Una bella emozione ricevere questo premio – ha detto il giocatore – Giocare a 22 anni in Serie B e vincere un riconoscimento sono cose che mi fanno onore e che mi spingeranno a fare meglio negli anni a venire”.Per la categoria “Dirigente Sportivo” è stato premiato il Direttore Generale del Pisa, Fabrizio Lucchesi, fresco di promozione in serie B. Il Dg, tuttavia, non ha potuto prendere parte alla cerimonia di premiazione a causa degli imprevisti societari post-promozione.“Questo premio contribuisce ad accrescere il nostro brand di Città dello Sport. – spiegano il vicesindaco Adamo Coppola e l’assessore allo Sport Eugenio Benevento – Siamo onorati di aver ospitato grandi protagonisti del calcio italiano e prestigiose firme del giornalismo italiano. I giovani rappresentano il futuro e lo sport deve essere uno strumento di crescita, di formazione. Allo stesso tempo è un veicolo di promozione turistica notevole per il nostro territorio, che ospita ormai eventi importanti di ogni rango”.“Il premio è stato concepito all’interno di un torneo di calcio giovanile, ormai consolidato, per premiare chi si adopera quotidianamente per la formazione dei giovani. – concludono gli organizzatori Giuseppe Capozzolo e Gennaro Russo – Ci sono delle eccellenze in Italia che riescono a portare avanti questa missione e noi abbiamo voluto omaggiarle. Cogliamo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita del premio”.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.