AGROPOLI

DIECI SINDACI DEL SALERNITANO PRONTI A BLOCCARE LA SEDE DELL’ASL PER CONTESTARE SQUILLANTE

ASL-Salerno-kcHH--180x140@CormezSALERNO – Dieci sindaci della provincia di Salerno pronti ad occupare la direzione generale dell’Asl per protestare contro la gestione, definita «scellerata», della sanità. L’azione, diretta dai primi cittadini di Scafati, Pasquale Aliberti – che da tempo ha avviato una campagna contro il manager Antonio Squillante ed Eboli Martino Melchiona, ha coinvolto altri rappresentati istituzionali. Il sit in è stato programmato per giovedì prossimo, 24 luglio, alle ore 10. «In questi anni abbiamo combattuto contro un direttore generale che non ha ritenuto indispensabile concertare le sue azioni con sindaci del territorio – ha detto il primo cittadino scafatese, Pasquale Aliberti – non ha usato una politica aziendale, favorendo e dato risposte solo agli amici di partito, non ha messo in campo strategie che incontrassero le esigenze sanitarie della provincia». Oltre Melchionda di Eboli hanno aderito i sindaci di Angri, Pasquale Mauri, di Gioi Andrea Salati, di Pagani Salvatore Bottone, il consigliere delegato all’ambiente del Comune di Marina di Camerota, Ciro Troccoli, il sindaco di Vibonati Massimo Marcheggiani, di Montercorvino Pugliano Domenico Di Giorgio, di San Valentino Torio Felice Luminello e di San Marzano sul Sarno Cosimo Annunziata.