AGROPOLI

DOMANI SALERNO FESTEGGIA LA TRASLAZIONE DELLA SALMA DI SAN MATTEO

San Matteo BellaMadonna del granatoDomani 6 maggio la chiesa di Salerno festeggia la traslazione della Salma di San Matteo dalla Madonna del Granato. Intorno al secolo X si registrano testimonianze che indicano la presenza in Caputaquis di un “castellum” e di una chiesa dedicata alla Madonna. Presto anche il vescovo cristiano di Paestum vi si trasferì e da qui esercitò il proprio ministero pastorale. La chiesa di Santa Maria del Granato divenne così la nuova cattedrale della Diocesi di Paestum. In essa furono traslati, provenienti dall’antica città di Elea/Velia(Casalvelino), i resti mortali di San Matteo evangelista, subito reclamati dal principe longobardo di Salerno, Gisulfo I, e trasferiti a Salerno il 6 maggio 954.Oggi l’ex cattedrale di Capaccio Vecchia, santuario dedicato alla Madonna del Granato, appare maestosa dall’alto della roccia su cui è adagiata e sovrasta con energia il paesaggio circostante. Architettonicamente, la facciata dell’edificio si presenta con il suo massiccio aspetto esterno romanico.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.