AGROPOLI

EBOLI,EX DIRETTORE DEL SAVOIA VITTIMA DI UN’AGGRESSIONE TROVATO IN UNA POZZA DI SANGUE

EBOLI – È stato legato a una sedia, mani e piedi strette con dei nodi, prima di essere picchiato a sangue. Aniello Langella, pregiudicato di 43 anni, residente a Torre Annunziata, è la vittima dell’aggressione avvenuta questa mattina alle 13.15 in un appartamento in corso Umberto I, nel centro storico di Eboli.Langella, che in passato era stato direttore sportivo del Savoia, la squadra di Torre Annunziata, e che ha precedenti per droga, era giunto in zona con la compagna. I due napoletani sono entrati in un appartamento nei pressi della chiesa di Santa Maria della Pietà. Nell’abitazione vive una famiglia ucraina composta da cinque persone: due adulti, due adolescenti e un bambino piccolo. I carabinieri del posto sono sulle tracce degli aggressori.
Un contributo importante alle indagini potrebbe arrivare dalle dichiarazioni della compagna di Langella, testimone del pestaggio sanguinario. La donna è stata accompagnata in caserma . Il pregiudicato è in sala operatoria, all’ospedale di Eboli, dove i medici hanno suturato le ferite al volto, alla testa e alle mani. L’uomo sarebbe stato colpito anche con un arma da taglio alla gola.Francesco Faenza

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.