AGROPOLI

EBOLI,LITIGA CON I GENITORI E SI FA ARRESTARE LER NON TORNARE A CASA

  
Era in giro, in strada ad Eboli, quando i carabinieri lo hanno fermato: “Lo so che sono ai domiciliari – ha ammesso Alessandro G. – Dovevo stare a casa, ma ho litigato con i miei genitori”. La legge non fa sconti, i carabinieri nemmeno. Il ventenne ebolitano, coinvolto tempo fa in una rapina, è tornato in carcere. Il beneficio dei domiciliari gli è stato revocato subito. La lite con i genitori non fa eccezione, il regime alternativo al carcere è sfumato. Ma il giudice, benevolo, dopo poche ore ha rimesso il rapinatore ai domiciliari. Cambiandogli comune di destinazione, da Eboli a Campagna, e soprattutto invitandolo a stare lontano dai genitori. Per evitare liti e soprattutto il ritorno in carcere.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.