AGROPOLI

EBOLI,PER LA PRESIDENZA DELLA IMPOROSTA ALFIERI PUNTA SU SGROIA

alfieri sgroia
Nella foto Alfieri a sinistra e Sgroia

Cambio ai vertici del Consorzio ricerca applicata in agricoltura (Craa) che gestisce ad Eboli l’Azienda Improsta. Dopo la nomina di Franco Alfieri a consigliere delegato all’Agricoltura e alla Pesca della Regione voluta dal governatore De Luca, è iniziato il conto alla rovescia per individuare i successori del presidente Silvestro Caputo e del direttore Gennaro Rizzo, nominati all’epoca dall’ex governatore Caldoro.Dopo cinque anni di governo del centrodestra, dunque, l’Azienda regionale potrebbe tornare al centro sinistra prima dell’estate. E in pole position c’è Luca Sgroia, ex presidente del Consiglio comunale di Eboli, candidato alle primarie del Pd dove ha raggiunto un notevole risultato. A alzare le quotazioni dell’ex presidente del consiglio comunale sarebbe la profonda stima politica che lo lega ad Alfieri che la scorsa primavera è arrivato ad Eboli per impalmare Sgroia come miglior candidato alle primarie poi vinte dall’attuale deputato Pd, Tonino Cuomo.Le nuove nomine saranno decise dopo riunioni ed incontri fissati nelle prossime settimane e dopo il placet del governatore Vincenzo De Luca. Una nomina importante quella al vaglio della Regione: l’azienda Improsta, infatti, si estende su una superficie di 140 ettari, nel cuore della Piana. Il centro aziendale è costituito da diversi edifici di notevole interesse storico-architettonico risalenti al XVIII secolo. La disponibilitá di superfici agricole, di infrastrutture e di personale specializzato consente di pensare all’Improsta come ad un Centro regionale di servizi avanzati ed ad un’ azienda pilota nel sistema agro-alimentare. Un incarico politicamente importante che sarà definito nelle prossime settimane e di cui si è discusso anche martedì sera durante l’incontro che Alfieri ha avuto con gli imprenditori della Piana al ristorante “Nostro” ad Eboli. Un summit programmato in previsione del tavolo tecnico regionale convocato sul regolamento sui nuovi impianti serricoli voluto proprio da Alfieri.Il delegato all’agricoltura si è attivato all’indomani dell’approvazione del Piano del Consorzio di Bonifica destra Sele. Per Alfieri il Consorzio, con il nuovo regolamento, di fatto ostacolerebbe il processo di sviluppo dell’intera economia agricola della Piana del Sele, soprattutto vista l’imminente apertura dei Psr, i bandi regionali di finanziamento. Ecco perché Alfieri, alla viglia del summit in Regione, ha voluto incontrare gli imprenditori agricoli per recepire le loro istanze e valutare le eventuali irregolarità presenti nel dispositivo consortile. In una sala gremita di imprenditori, il delegato regionale all’agricoltura ha sottolineato l’obiettivo di chiedere la sospensione del regolamento in attesa di una valutazione approfondita e concertata sulle nuove regole per la concessione per gli impianti serricoli in previsione della pubblicazione dei nuovi finanziamenti europei. Dalla nomina dei vertici dell’Improsta al regolamento approvato dal Consorzio, l’agricoltura torna al centro della programmazione regionale.Angelica Tafuri

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.