AGROPOLI

EBOLI,RUBATI 50.000 EURO NELLA CASA DI UN IMPRENDITORE E’ ALLARME CRIMINALITA’ NELLA PIANA DEL SELE

EBOLI. Bottino di rilievo per i ladri che hanno svaligiato la cassaforte nella casa di un imprenditore ebolitano. Il colpo – secondo indiscrezioni – avrebbe infatti fruttato la considerevole cifra di 50mila euro. I malviventi sono entrati in azione venerdì sera, in località San Giovanni, all’ingresso della città. In casa pare non ci fosse nessuno e i ladri hanno avuto il tempo di scardinare il forziere e di portarlo via. Una volta scoperto il furto, la vittima ha segnalato l’accaduto ai carabinieri.I ladri hanno portato via la cassaforte, così da avere modo di aprirla con calma. Hanno fatto un po’ di rumore nelle fasi di spostamento del forziere, ma nessuna segnalazione sospetta è giunta al centralino dei carabinieri. Così, senza troppi ostacoli, i ladri hanno portato a segno il furto. La sorpresa l’hanno avuta aprendo il forziere e trovando quella bella somma di denaro. Una piacevole sorpresa, un colpo ricco che non immaginavano. Il piccolo imprenditore, infatti, custodiva in casa il denaro, ritenendolo più al sicuro che in una cassetta di sicurezza di una banca.La denuncia è stata presentata ai carabinieri della compagnia di Eboli, diretta dal capitano Alessandro Cisternino, e della locale stazione. I militari dell’Arma hanno fatto i rilievi di rito, facendo un sopralluogo alla ricerca di elementi utili all’identificazione dei malviventi. Sentiti i vicini per capire se avessero udito dei rumori o visto qualcosa. Le indagini sono aperte a largo raggio. Si guarda, in questi casi, agli ambienti della delinquenza locale, senza escludere altre piste.Negli ultimi tempi si sono verificati diversi furti in città e nei dintorni, facendo salire la statistica dei reati contro il patrimonio. Agli episodi di razzia in casa denunciati la notte di Capodanno, si sono aggiunte le rapine ai danni di un distributori di carburanti, a Serre, e di un supermercato, al Quadrivio di Campagna. Infine, il furto alla carrozzeria di Eboli con il cane da guardia ammazzato di botte.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.