TUTTO JUVE

Tutto Juve

Palazzo Dogana

banner sergio

EDITORIALE,CHIESA CATTOLICA IN CRISI: SPUNTA IL 4^ SEGRETO DI FATIMA? di Giovanni Coscia

 

DI GIOVANNI COSCIA-Che la chiesa Cattolica fosse in crisi, forse è risaputo da tutti; ma  ogni cattolico-cristiano, vorrebbe mantenere vive tutte quelle tesi che da anni avvolgono il mistero di Cristo. Sulla sua crocifissione e della sua resurrezione, e per essi , rimane sempre l’ancora di salvezza della propria anima. Dopo gli errori commessi, sia chiaro, sempre da parte dell’essere umano. Già, ma quale anima e quale salvezza, se nella Bibbia, non si parla, ne tanto meno si enuncia all’anima e al mistero dei morti. L’apostasia della chiesa, oltre alla sua Apologetica teoria, è divenuto punto di scontro fra le dottrine religiose, quasi tutte, ortodossi compresi, che si rifanno alle scritture antiche, come fonte unica della conoscenza e del sapere di ogni cosa. La chiesa cattolica, ti tutto ciò, è madre di teorie e fonti teologiche, che nel contesto reale della fede in Cristo, non trova assiomi coniugabili tra le tesi messe a confronto. La chiesa infatti, più che difendere la parola di Cristo, difende la religione. Difende ciò che l’uomo, dopo la morte del figlio di Giuseppe e Maria, ha creato, cercando di puntare l’interesse su di un ricatto morale nei confronti delle persone. Questa è l’apologesi. Per tutto questo è da ritenere che il cattolicesimo è molto lontano dalla verità biblica. Perché una differenza  sostanziale e formale, tra la parola di Dio, se mai dovesse esistere, e l’insegnamento della chiesa cattolica è notevole. Quest’ultima, fatta dagli uomini a propria…esigenza. E Le differenze sono tantissime. Troppe forse. Le principali ad esempio, rappresentano le autorità spirituali su cui si fonda la fede cattolica, e la via della salvezza. Così come si racconta di Gesù, morto sul Calvario, per il perdono dei peccati del mondo, ma come viene applicata al popolo cattolico il mistero? Qui c’è una grande differenza tra il mistero di Cristo e l’attuazione del suo gesto per l’umanità. Il sacerdozio ad esempio, così come il papato, non vi è enunciazione alcuna nella Bibbia ne tantomeno nelle cosi dette sacre scritture. Nella Bibbia non ci sono questi dogmi fondamentali che la chiesa, usa e abusa,  ma non vi è alcun riferimento biblico. Ne tanto meno il modo di pregare, ovvero il culto. Nella Bibbia si parla solo di preghiera verso Dio. Tutte le preghiere sono rivolte a Dio e soprattutto vi è insito nel culto della chiesa, l’uso di immagini e statue, nel mentre la stessa Bibbia, nel Deuteronomio, (Esodo 20:4, 5). vi è scritto: “Non farti immagini scolpite e non adorarle…”, così come il culto di Maria ed i suoi dogmi, che nella bibbia non vengono enunciati in nessun modo. A ragion veduta quindi, viene fuori che tutto ciò che è istituito come dogma ufficiale, nella chiesa del nuovo testamento, non vi è assolutamente nulla di quanto detto  (eventualmente) da Dio nella bibbia. Tutto ciò che riguardano le funzioni, i dogmi attuali, il credo sui santi e quant’altro, è tutta una invenzione dell’uomo, unitamente alla infallibilità del Papa, enunciata nella enciclica “PASTOR AETERNUS” da Pio  IX  nell’anno 1870 il 18 Luglio. Della infallibilità papale, la Bibbia non fa menzione alcuna. In nessuna scrittura. Ragion per cui, potrebbe essere sottolineato come una sorta di “ricatto morale” che la chiesa affligge da secoli ai suoi fedeli, alle sue genti. Per non far menzione delle crociate, di Savonarola, della inquisizione, chiamata Santa dalla chiesa, di Benedetto Croce, di Galileo e altri. Ovvero, si toglieva anche ai poveri, per donare alla chiesa, al Papa. Ma cristo, non aveva detto tutt’altro. Beh, mantenetevi pure queste credenze tribali. La “RATIO” al di sopra di ogni cosa, e non i ricatti morali che affossano sempre le velleità di ripresa di qualche essere umano. Qualche miliardo in verità. Tanti che avvolti dalla Apostasia propria della Chiesa cattolica, ma della fede in generale, unitamente alla sua ASPOLOGESI, ha fatto si che la parola di Cristo, fosse alterata e sopraffatta da Vescovi e Cardinali, nonché di un eletto tra essi: Il Papa. Come dire, gli altri se ne lavano le mani ed a lui conferiamo tutto il nostro volere. Già, vescovi e cardinali al di sopra di Cristo? Per favore. Ed ecco spuntare la lettera. Quella segreta di SUOR LUCIA. Quella che secondo i suoi racconti, le avrebbe lasciato, nelle sue visioni, la MADONNA A FATIMA. Nella lettera si enuncia, udite udite, la FINE DELLA CHIESA CATTOLICA?. Quella apostasia che da anni è a capo della parola di Vescovi e Cardinali? Francamente ci credo. Io non sono cattolico, ma un grande Cristiano. Uno  che crede nella parola di un uomo chiamato Gesù Cristo e soprattutto della sua forza morale e spirituale. Non credo ai falsi profeti della chiesa, ne a vescovi ne a cardinali. Fate spazio per favore. Da troppo tempo avete intasato la moralità altrui, intruppandola nelle vostre esigenze personali, nelle vostre ricchezze. Cristo non vi ha insegnato nulla?Giovanni Coscia Giornalista-scrittore