baraccopoli
AGROPOLI ATTUALITA' EDITORIALE

AGROPOLI,ESPLODE LO SCANDALO BARACCOPOLI IN PIAZZA DELLA REPUBBLICA,LE AUTORITA’ COMPETENTI ORA DEVONO INTERVENIRE

Una baraccopoli in pieno centro.O meglio una pasticceria.Il solito babà impastato dai soliti noti e supportato dall’amministrazione comunale che sta portando Agropoli ad un declassamento di immagine fuori dal comune.Lo hanno chiamato villaggio incantato roba da pazzi.Davanti alla chiesa della Madonna delle Grazie hanno fatto una barraccopoli dove si vende di tutto e di più.Ulteriore schiaffo al commercio di  Agropoli già mortificato dalla presenza degli indiani e dei bangladesi i quali hanno ormai monopolizzato il commercio agropolese.Un mercato quotidiano nelle mani di gente senza scrupoli e che “campa” con i soldi dell’amministrazione comunale attingendo soldi ora per questo ora per quel motivo sotto le effigi di istituzioni come forum e pro loco varie.Uno scandalo,una mortificazione per questa città e per la povera gente che il Natale lo trascorre in maniera precaria.Gli amministratori di Agropoli son senza coscienza,hanno dato la città nelle mani di questi balordi e li finanziano mensilmente.Sulla baraccopoli molte le domande che l’opinione pubblica si fa.Proviamo ad elencarle:

-I titolari della merce i vendita nelle baracche quanto pagano? A chi pagano?
-I titolari della merce sanno che i posti sono assegnati a concessionari che pagano regolarmente il posto pubblico?
-I titolari della merce esposta nelle baracche  pagano il suolo pubblico?
I titolari della merce  sanno che se pagano il suolo pubblico c’è già chi paga per quel posto con una concessione decennale?
I titolari della merce rilasciano gli scontrini?
Chi ha autorizzato politicamente  il mercato-baraccopoli?
Sono domande queste che non avranno mai una risposta.In questa città fanno i porci comodi loro con l’avvallo dell’amministrazione.Non mettiamo in discussione l’idea ma la metodologia.Un gruppo di persone che con soldi pubblici fanno manifestazioni scadenti e poi si lamentano che ad Agropoli  non c’è gente.Possiamo dire sempre le stesse cose?Ora la guardia di finanza,i carabinieri,i vigili urbani devono intervenire.La città non può più subire questi soprusi.Vanno valutati i fondi che si danno per il presepe vivente che poi è tutt’altra cosa,per il carnevale(gli organizzatori stazionano nelle stanze del sindaco chiedendo soldi ogni momento) e per manifestazione di basso profilo. Chi valuta se le manifestazioni meritano i soldi che si danno? E poi perchè sempre alle stesse persone incompetenti che hanno portato le manifestazioni di Agropoli ad uno scadimento vergognoso?Il sindaco,la giunta,i consiglieri devono quanto meno discuterne e invece ognuno di essi ha il proprio raccomandato e le spartizioni vengono fatte a seconda dei politici di turno.Siamo sempre qua a dire le stesse cose perchè si commettono sempre gli stessi errori.D’altra parte la cupola è così e difficilmente la si fa ragionare.Sergio Vessicchio
admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.