AGROPOLI SPORT

IL FOTOGRAFO ACCATTONE NON PRENDE SOLDI E ATTACCA L’AGROPOLI

Un attacco all’Agropoli,l’ennesimo proveniente dal solito personaggetto che non si capisce cosa faccia nella vita,non si capisce se fa il giornalista o il fotografo,di una cosa però siamo sicuri nel quale eccelle,sa fare benissimo l’ACCATTONE. Ebbene si questo personaggio squallido che da sempre sponsorizza e porta avanti gente che lo “rinfresca” e gli concede pass per le partite,parla male dell’Agropoli e l’ultimo suo articolo ne è la prova inconfutabile di quanto scriviamo. L’attacco alla società del presidente Cerruti è solo l’ultima delle sue gesta.Lo fa in modo subdolo e velato,ma lo fa,credendo di non lasciare traccia ma la puzza di merda si sente lontano un miglio e a noi non ce la da a bere.La sua malafede è troppo evidente basti pensare alle sue top 11 che pubblica settimanalmente.Tra le ultime,non è un caso,quella in cui un suo amichetto di merende allenatore dopo numerose sconfitte consecutive alla prima vittoria viene inserito nella top 11 a discapito di un altro allenatore che invece ha vinto lo scontro diretto al vertice contro la seconda in classifica(evidente quindi il favoreggiamento),senza dimenticare gli elogi e le sponsorizzazioni attraverso articoli ad altri personaggi squallidi che un giorno fanno i direttori sportivi e un altro i procuratori.Il tutto dietro accattonaggio di cui si rende protagonista.Un prezzolato accattone ormai conosciuto in tutta la Campania del football. Il suo attacco all’Agropoli è mirato ma con noi fa l’ennesimo buco nell’acqua. L’Agropoli in questo ha tracciato una linea ben precisa,non scenderà mai a compromessi con questa gentaglia.Gli accattoni,anche quelli locali,sono stati messi alla porta,sono stati schifati e cacciati a calci in culo perchè l’Agropoli non è merce di scambio e questo lo sa bene anche il giornalista/fotografo da strapazzo che parla male dell’Agropoli perchè non può “azzuppare”.Questa è la verità,da altre parti lo fanno entrare,gli fanno fare quello che vuole e lui scrive articoli a loro favore,difende l’indifendibile,li inserisce nella top 11,ha inserito anche alcuni tesserati dell’Agropoli nella top 11 sia chiaro,ma come scritto prima lo fa solo di facciata o perchè non può fare altrimenti.L’Agropoli sopratutto negli ultimi 2 anni ha subito scandali vergognosi come i mancati ripescaggi e torti arbitrali clamorosi dopo aver vinto un campionato sul campo con arbitri e guardalinee come quel Conforti di Salerno ancora a piede libero a seminare scompiglio sui campi,ma da parte di questo meticcio accattone mai una parola mai una puntualizzazione su quanto subito dai delfini,forse perchè dall’altra parte c’era chi non cedeva ai suoi ricatti e non gli apriva le porte del Guariglia.Un film già visto anche con altri personaggi locali che adesso “leccano” altre realtà limitrofe tessendogli le lodi,hanno fiutato il pane buono e allora giù di brutto con l’Agropoli.Un atteggiamento vergognoso e indegno che rappresenta in pieno l’indole vigliacca e senza dignità di questi soggetti che definiamo elegantemente ACCATTONI per non chiamarli in altro modo.Cerruti e Puglisi meritano la massima solidarietà e il massimo sostegno per come hanno tracciato la linea,non cedere a ricatti e a compromessi mettendosi contro tutta questa melma fa dell’Agropoli una società modello nonchè esempio per tutte le altre realtà.Una manifestazione di autorità dove in tanti sbattono il muso e quindi addio a giornaletti vari,fotografie e articoletti prezzolati.L’Agropoli non tratta con questi pezzenti,non scende al loro livello,e questo non va giù a pseudo giornalisti/fotografi/blogger falliti e via discorrendo.L’Agropoli respingerà sempre questi ACCATTONI. Sergio Vessicchio S

WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.