AGROPOLI SPORT

IRROMPE IL SAN MARCO NEL CALCIO AGROPOLESE:”CI SIAMO ANCHE NOI”.L’ENTUSIASMO DEL SINDACO COPPOLA”VIVA IL SAN MARCO”/VIDEO

Belli, eleganti e bravi guidati da uno dei giocatori più celebrati ad Agropoli negli anni novanta Cannalonga e rappresentanti della zona più bella della capitale del Cilento San Marco.Il San Marco irrompe prepotente nel calcio e si iscrive alla Figc partendo come giusto che sia, senza comprare titoli, dalla terza categoria.Mattinata all’insegna della presentazione al Beermania dove è nata la società guidata da Rodolfo Sodano fresco di imprimatur di Bobo Vieri e allenata da un mammasantissima nel panorama campano Giovanni Formicola bravissimo ed esperto pronto a far lievitare un’organico di tutto rispetto messo su da Damiano Sodano il vero trascinatore ed ideatore del progetto che è piaciuto al sindaco Coppola presente alla presentazione e che nella sua dirigenza vanta niente di meno che Antonio Inverso Caciotta popolarissimo talent scout agropolese organizzatore del torneo internazionale e oggi uomo di Sibilia e Faccenda nella figc.Damiano Sodano ha curato tutto nei minimi particolari e ha fornito le giuste coordinate di cosa vuole essere il San Marco che si allenerà sul mitico campo della stazione e giocherà le sue partite interne al Torre.Dopo la Real Agropoli ecco il San Marco Agropoli una in prima categoria l’altra in terza con un unico comune denominatore “Dirigenti e società”che lo fanno per passione,per il bene comune e per divertimento oltre che per spirito sociale con la cura dei particolari tutte cose queste che mancano all’Us Agropoli dentro la quale vi sono solo accattoni e faccendieri che hanno mandato Cerruti e l’Agropoli sull’orlo del baratro.Cerruti mai si è accorto che ci sono persone come Damiano Sodano e Paolo Fusco in città insieme a tanti altri che sanno lavorare bene, senza interessi e senza altri scopi.Ancora oggi nell’Agropoli vi sono delinquenti attenzionati dalla magistratura che Cerruti fa fare.L’esempio del San Marco come quello della Real Agropoli è straordinario.L’unica cosa entrambe conservassero la propria identità,nessuna concorrenza all’Agropoli sia chiaro.Il San Marco sulla carta è forte e parte per vincere il campionato.Entusiasta il sindaco di Agropoli e per quanto ci riguarda una chiosa.L’ordine, la disciplina,l’educazione dei giocatori del San Marco alla presentazione è forse il momento sportivamente più alto per la città di Agropoli in questo momento.E’ un’immagine straordinaria che dovrebbe essere l’icona dell’Agropoli del futuro.Questi ragazzi meritano l’attenzione popolare perchè sono portatori di valori sani e sportivi come quelli dei loro dirigenti che questa città deve apprezzare ed esaltare.Ha fatto bene il sindaco quando ha chiuso il suo intervento dicendo viva i, San Marco si perchè prima del campo il San Marco la sua partita l’ha già vinta dando un’altra severa lezione a Cerruti e all’Agropoli la quale si dovrebbe nutrire di questi esempi.VIVA IL SAN MARCO.Sergio Vessicchio

L’INTERVENTO DI DAMIANO SODANO

LA PRESENTAZIONE DEI CALCIATORI

IL SALUTO DEL SINDACO