AGROPOLI

JESSICA SUICIDIO O DISGRAZIA,DA BOLOGNA LA TRISTE NOTIZIA

Le cronache raccontano di un suicidio per il ritrovamento di alcune lettere ma la situazione non sembra ben chiara tanto è vero che il magistrato ha aperto un’inchiesta e disposto l’autopsia sul cadavere di Jessica S. 25 anni trovata cadavere martedì sera a Bologna dove si era trasferita da qualche anno.Nella notte sono arrivati anche i parenti dalla Campania e la madre con il compagno dalla Svizzera. Sotto choc e disperati, hanno raccontato che la ragazza non aveva mostrato nessun problema che potesse far pensare a un gesto del genere. Era iscritta al corso di Scienze infermieristiche dell’Università di Bologna.Secondo una prima sommaria ricostruzione ha bevuto della candeggina, poi si è cosparsa di benzina e si è data fuoco con un accendino. Si sarebbe tolta la vita così, secondo i primi rilievi, la studentessa universitaria di 25 anni, che nella serata di martedì è stata trovata morta dai vigili del fuoco nel suo appartamento al Pilastro, in via Trauzzi. Si tratterebbe di un suicidio, come emerge dal contenuto di un biglietto trovato accanto al corpo, in cui la ragazza, scrivendo alcune frasi dal significato confuso, chiede perdono ai familiari.Ma questa ricostruzione non convince del tutto i magistrati i quali vogliono vederci chiaro se si è trattato di suicidio o meno anche perchè la tipologia è quanto meno singolare.Secondo alcuni vicini aveva manifestato dei malesserinell’ultimo periodo, ma non è ancora chiaro se soffrisse di depressione. Viveva da sola da alcuni mesi, da quando la madre è andata a lavorare in Svizzera. Entrambe si erano trasferite a Bologna da Agropoli, in provincia di Salerno, da 4 o 5 anni. Anche per questo la ragazza frequentava i vicini di casa e spesso, come racconta un’altra inquilina, pranzavano insieme. Nel tardo pomeriggio una vicina l’ha vista rientrare in casa con una tanica di benzina.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.