AGROPOLI

LA BCC DI AQUARA PREPARA IL TERRENO AD AGROPOLI,LUIGI CRISPINO NEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

L’ex sindaco di Agropoli Luigi Crispino fedelissimo della democrazia Cristiana e simbolo di un virtuosismo politico che lo ha visto protagonista di una splendida stagione amministrativa nella capitale del Cilento è entrato nel consiglio di amministrazione della Bcc di Aquara la banca sull’abrivio di aprire uno sportello ad Agropoli previsto fra qualche mese.Proprio in virtù di questo appuntamento nel consiglio di amministrazione è stato invitato Luigi Crispino il quale ha accettato di buon grado tale ruolo.Lo stesso Crispino già in passato ha avuto esperienze professionali all’interno di banche per cui alla Bcc di Aquara porterà la sua esperienza.Medico,grande trascinatore intellettuale negli anni di piombo,guidò lo scudo crociato con grande successo creando ad Agropoli una corrente forte nella Democrazia Cristiana in grado di dare un contributo importantissimo allo sviluppo della capitale del Cilento.In quegli anni si programmarono opere importanti portate avanti dai successori politici ma soprattutto si crearono le condizioni per la crescita e Crispino diede uno slancio innovativo con idee e contributi che partirono dalle piazze e trovarono conferme nelle istituzioni.Insieme a Crispino,nel consiglio di amministrazione, entra un giovane professionista di Castellabate Domenico Di Luccia,commercialista affermato con esperienze politiche e amministrative in enti e associazioni culturali.Spicca il suo impegno nel comune di Castellabate.Anche per Di Luccia si tratta di un’elezione mirata allo sviluppo del futuro sportello di Agropoli in grado di coprire un territorio importante come quello della città di benevenuti al sud.

IL NUOVO CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE

Il Consiglio di amministrazione è composto da: Luigi Scorziello, Lucia Baldino, Luigi Crispino, Marco Galardo, Vincenzo Grattacaso, Rosario Miano, Sandro Muratore, Gregorio Fresca e Fabrizio Di Bello.  Collegio sindacale: Maurizio Caronna, Carmine Celentano, Vincenzo Di Luccia, sindaci supplenti Maurizio Gasparro, Carmine Carone.  Collegio dei probiviri: Elisabetta Palladino, Antonella Ianniello, Serafino Roncacé.

 Il Cda della Bcc di Aquara è stato approvato all’unanimità. Durante l’assemblea dei soci, per il 41esimo Esercizio finanziario, evento che si è svolto a Paestum , il direttore  Antonio Marino ha sottolineato i passi da gigante fatti dalla Banca in 41 anni di attività, ricordando la sua presenza sin dalla prima assemblea della Banca. Ha, così, ripercorso brevemente la soddisfazione di aver fatto crescere, insieme ai dipendenti e ai soci, un credito cooperativo che dà solo risultati positivi. Nel dépliant realizzato dalla  Bcc di Aquara sono stati sintetizzati i dati che compongono un quadro più che positivo della Bcc di Aquara al 2018.  Un sostanziale aumento lo hanno avuto gli  impieghi clienti:  +19,49%. Sono, infatti, saliti a 209.821.197 milioni rispetto ai 175.598.860 del 2017. La  raccolta diretta è aumentata del  +6,69% rispetto al 2017. Salita nel 2018 a 269.387.763 milioni di euro a fronte dei 252.488.065 milioni dell’anno precedente. Il numero dei  conti correnti è aumentato del  +18,82%: da 13.504 a 16.045. Aumentato anche il  numero dei clienti del  +6,58% arrivati a 30.157 a fronte dei 28.295 del 2017.   “Siamo una banca sana e prudente – ha detto Marino che ha aggiunto – non lo sosteniamo solo noi, lo ha detto  BancaFinanza, tra le riviste nazionali più accreditate che nella classifica tra le migliori banche minori ha eletto tra i primi posti la nostra Bcc”.”La cosa importante – ha aggiunto il direttore – è come siamo arrivati a questi risultati, operando sul campo con la nostra squadra che oggi conta 70 dipendenti, dedicando molto tempo e cura all’ascolto delle persone anche fuori dagli orari di lavoro, perché la nostra è la Banca del popolo. Da sempre la nostra linea di riferimento è di attuare una sana e prudente gestione. Continueremo a crescere come banca delle persone. Dobbiamo conservare lo spirito di banca che dialoga con le persone”.A sostegno dei dati positivi e fiduciosi, anche per un ampliamento delle competenze territoriali, sui comuni di  Altavilla Silentina e  Sicignano degli Alburni è iniziata una campagna di iscrizione di nuovi soci.Ed in virtù dello spessore e della solidità della Bcc di Aquara, il direttore ha inoltre sottolineato come la Bcc non abbia mai fatto ricorso alle cartolarizzazioni che servono per vendere crediti anomali: “un’operazione che non abbiamo mai fatto. Le prime sofferenze risalgono al 1995, tutte datate, ma siamo fiduciosi nella giustizia civile”, ha commentato.Durante la giornata, sono stati assegnati i  bonus bebé e i  premi di laurea 2018 per i soci e i figli dei soci della Bcc di Aquara.. Prossimi passi l’apertura di altre due filiali, quella di  Agropoli e di  Pellezzano che accrescono la presenza della Banca sul territorio provinciale. Il Bilancio 2018 della Bcc Aquara è stato approvato all’unanimità dai numerosi soci intervenuti. È stato, inoltre, eletto il nuovo Consiglio di amministrazione, il collegio sindacale e il collegio dei probiviri.

“Conosciamo tutti i nostri clienti –  ha concluso il direttore -. Voglio sottolinearlo in virtù della riforma sulle banche che a nostro avviso mette a rischio la natura mutualistica delle Bcc. Ma ciò nonostante la nostra forza di realtà aziendalista, di banca forte, di banca di vicinato, di banca vicina alle famiglie e alle microimprese, che coltiva le relazioni, ci fa credere che saremo capaci di difendere la nostra politica a favore del rapporto diretto tra banca e cittadino”.

WWW.CANALECINQUETV.IT

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.