AGROPOLI

LA CAPITANERIA DI PORTO DI AGROPOLI SALVA DUE PERSONE A SAN MARCO DI CASTELLABATE

motovedetta guardia costiera AGROPOLI. Il giorno di Santo Stefano, gli uomini dell’Ufficio circondariale marittimo di Agropoli, diretti dal tenente di vascello (cp) Rosario Florio, sono stati ancora una volta impegnati in una complicata operazione di soccorso nei confronti di un’unita da diporto a vela, di colore bianco di circa 13 metri, con a bordo 2 occupanti che, a circa 4 miglia nautiche di distanza dalla costa, presso Punta Pagliarolo nel Comune di Castellabate, a causa di un’avaria al motore si ritrovavano in balìa di mare mosso e vento forte di grecale, con una velocità di 30 nodi circa, tale da compromettere la sicurezza dei diportisti presenti a bordo dell’imbarcazione a vela. L’operazione di soccorso, coordinata dal l.te np Aniello Fiorito, il quale disponeva prontamente l’invio della motovedetta Sar CP855 (ricerca e soccorso, nella foto) in dotazione della guardia costiera di Agropoli, che giungeva in zona compiendo operazioni per soccorrere i due malcapitati. Grazie al rapido intervento della motovedetta, operativa H24 con al comando il 1° m.llo np Gerardo Balestrieri, il quale si è visto impegnato in un’operazione estremamente complessa a causa delle forti condimeteo avverse, in quanto ha dovuto far fede alle sue lunghe esperienze marinaresche, i 2 malcapitati che si trovavano alla deriva sono stati soccorsi e riportati in salvo nel porto di San Marco di Castellabate. Il tutto si è svolto con una rapidità tale da consentire il salvataggio delle vite umane, in mare, da parte degli uomini della guardia costiera, costantemente impegnati in tale attività.

admin

Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.