AGROPOLI

LA FONDAZIONE VASSALLO FA TAPPA A SALERNO E ALBANELLA

VASSALLO POLLICADopo il convegno “Legalità e sicurezza nel Cilento” che si è svolto a Castelnuovo Cilento lo scorso 11 aprile, la Fondazione Vassallo approda a Albanella e Salerno per due interessanti iniziative.“Legalità e ambiente” –oggi  Venerdì 24 aprile alle ore 10.30 presso Palazzo Spinelli ad Albanella si il convegno sul tema “Legalità e ambiente”.Dopo i saluti della dirigente scolastica, dott.ssa Mattea Pelosi, e delle autorità presenti, sarà proiettato il video “DAL DIRE AL FARE”, realizzato dagli alunni delle classi III e IV della scuola primaria “Don Lorenzo Milani” di Matinella durante l’anno scolastico 2010/2011. Seguirà il dibattito, coordinato dalla prof.ssa Maria Gorizia Rienzi, durante il quale interverrà Dario Vassallo, presidente della Fondazione dedicata al Sindaco Pescatore. Alle ore 12.00 è previsto il lancio dei palloncini a cura degli alunni della classe IIA della scuola primaria di Matinella.“La notte del libro” – Nel pomeriggio la seconda tappa sarà Salerno: alle ore 19.30, presso l’Archivio dell’Architettura Contemporanea, prenderà il via l’evento “La notte del Libro”, che vedrà, tra gli altri autori, la partecipazione di Dario Vassallo con la lettura di brani tratti da “Il Sindaco Pescatore”, scritto insieme a Nello Governato e edito da Mondadori.“Il progetto – ci racconta Umberto Flauto, referente della Fondazione Vassallo per la sezione di Salerno e rappresentante del Laboratorio dei Pensieri Scomposti – nasce da una intelligente reazione culturale da parte di alcuni ragazzi pugliesi dopo che un’analisi nazionale ha decretato, poco tempo fa, la Puglia come una delle regioni italiane dove ‘meno si aprono i libri’, collocandosi al penultimo posto.L’idea ha piano piano superato i confini della stessa regione portando ‘Inchiostro di Puglia’ in oltre 90 sedi. Il nostro Fortino 58 ospiterà diversi autori e tre scuole che sono i nostri tre partner: lo storico Liceo Classico ‘Torquato Tasso’, il dinamico Istituto Alberghiero ‘Virtuoso’ e il validissimo V Circolo di Ogliara con la sua classe quinta elementare. Santa Rossi e Dario Vassallo presenteranno la loro esperienza insieme, uno di fronte all’altro. Abbiamo ‘messo su’ un dinamico confronto che servirà a far uscire fuori le vere dinamiche che hanno spinto, entrambi, a dedicare la propria vita ad importanti battaglie che, oltre ad avere il forte senso del sociale, hanno al loro interno la fortissima voglia del cambiamento. Un momento da non perdere che vedrà protagonisti anche i giovani del Liceo Tasso.”La cultura contro l’indifferenza – “La legalità – commenta Dario Vassallo – si coniuga perfettamente con i temi, ambiente e cultura, che affronteremo nei prossimi due incontri. Di fatto, e forse non a caso, vi è un comune denominatore: la scuola, che noi intendiamo come primo presidio di legalità e culla della diffusione della cultura, dell’amore per i libri e per la conoscenza ma anche di valori fondamentali come il rispetto per gli altri e per ciò che ci circonda. Una rivoluzione culturale è il primo passo verso il cambiamento, noi ci crediamo e continuiamo, con le nostre sezioni in tutta Italia, a costruire bellezza attraverso tutte le forme e le espressioni della cultura.”“Cinque storie verso il 25 aprile” – Nel frattempo continuano le iniziative “social” della Fondazione Vassallo che, in occasione del 70° anniversario della Liberazione, ha scelto di raccontare sulla propria pagina Facebook “[…] cinque storie sul coraggio di chi l’Italia l’ha fatta per davvero; cinque storie comuni per raccontare la Resistenza di ieri, fatta di eventi, luoghi e soprattutto persone, i primi artefici della costruzione della nostra democrazia; cinque storie che ci insegnano il valore della libertà e la dignità del non arrendersi.”“Insieme – spiegano dalla Fondazione Vassallo – ci accompagneremo verso una ricorrenza importante e mai banale perché può essere lo stimolo non solo per ricordare ma anche per pensare alla Resistenza di cui abbiamo bisogno oggi, in questo periodo di miserabile piattezza culturale e povertà di valori.”

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.