AGROPOLI

LA GIUNTA COMUNALE HA COSI’ DECISO !! di Agostino Abate

agostino abateIn  Agropoli   sono venuti a mancare i pilastri essenziali della convivenza civile e della democrazia ; l’esecutivo è  imploso in politiche autoreferenziali e di potere avulse   dai bisogni dei cittadini e  prive di ogni    confronto  con “gli altri”  che sono comunque cittadini di Agropoli  pur non essendo strettamente  “collegati” con l’attuale maggioranza politico-amministrativa.Il   22 maggio  ho letto  sui muri della città  un manifesto  che “parla” di adesione spiagge 2014  ed ho rilevato che tale proposta  parte da una delibera di Giunta Comunale n. 127 del 23 aprile 2014.Con tale delibera la Giunta “ ha dato mandato   all’Ufficio Demanio , che a sua volta ha incaricato un  professionista  di  redigere una rilevazione topografica per la suddivisione in lotti delle superfici demaniali dell’arenile del lungomare San Marco da allestire per l’accoglienza turistica.L’amministrazione ha poi deciso , , in via sperimentale, di mettere a disposizione i lotti n. 1 e 4  alle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere in modo da ampliare l’offerta turistica .Sempre la Giunta comunale , dopo aver  CONSIDERATO  che esiste ad Agropoli un’Associazione di Operatori Turistici che collabora da anni con l’Amministrazione HA DECISO  che tale Associazione, insieme con i non aderenti alla stessa, potrebbe occuparsi della gestione in maniera più efficace ed efficiente e ,quindi , potrebbe  fornire al responsabile del  Servizio  Demanio idoneo indirizzo per il rilascio  di concessioni di aree demaniali marittime secondo le indicazioni di cui sopra”.Visto che  nella mia qualità  di consigliere  comunale di opposizione  non ho mai  avuto alcuna notizia in merito , in  data 26 maggio 2014 con protocollo n. 12776  ho scritto al Presidente del Consiglio Comunale  per richiedere  tutti gli atti endoprocedimentali   amministrativi e politici che stanno alla base della delibera di Giunta comunale n.  127 del 23/04/2014  e di  documentarmi  in modo ufficiale sulla   richiamata Associazione Operatori Turistici di Agropoli  a cui la  Giunta sostanzialmente avrebbe affidato , previa apposita convenzione , la gestione di  tratti di arenile.La stessa lettera è stata poi  trasmessa anche al Prefetto  di Salerno atteso che nella mia qualità di  consigliere comunale di opposizione  non mi vengono mai  fornite le giuste informazioni nei modi e soprattutto nei tempi utili  per l’esercizio  delle mie prerogative negli atti di indirizzo e di controllo politico amministrativo.Penso  che  oramai  l’invasione di campo  del Sindaco (ovvero della c.d. Giunta Comunale) non ha limiti   su  nessuna  forma  di  etica  politico-sociale.

 Agostino Abate – consigliere comunale –