AGROPOLI

LA MEMORIA DI RINO GAETANO E BRUNO MAUTONE ISPIRANO DAVID GRAMICCIOLI E IL TEATRO GHIONE A ROMA VA IN VISIBILIO

MAUTONE A ROMA 2Una esibizione artistica di David Gramiccioli di altissimo livello quella andata in scena la scorsa domenica 29 novembre. L’autore, attore e giornalista romano ha letteralmente stregato ed avvinto gli spettatori accorsi in massa al gloriosissimo teatro Ghione di Roma con una sua scrittura teatrale dedicata al compianto cantautore Rino Gaetano. Una recitazione autorevole, convinta e coinvolgente, spesso accompagnata da musiche e filmati dell’Italia contemporanea di Rino Gaetano. E come una sorta di macchina del tempo ecco stagliarsi all’ombra dei ricordi cronache e fatti che coinvolsero milioni di cittadini, di un’Italia semplice e poetica, l’Italia degli anni sessanta e settanta.Vicende turbinose che coinvolsero potentissimi politici e formidabili apparati dello stato, lo scandalo Lockheed, gli strascichi della morte di Wilma Montesi, la uccisione di Giorgiana Masi, Michele Sindona, Andreotti,…i testi di Rino Gaetano fungono da formidabile agenzia giornalistica rivelastrice di particolari spesso nascosti e sottaciuti. Vari passaggi della rappresentazione teatrale di Gramiccioli sono ripresi dal libro di Bruno Mautone, l’avvocato e scrittore salernitano, che con il saggio “Rino Gaetano, la tragica scomparsa di un eroe” ha suscitato grande clamore ed interesse, tanto è vero che il libro rimane uno dei più venduti in Italia on line, da oltre 2 anni e ininterrottamente.Come una macchina del tempo azionata dalla scrittura teatrale sono andate nel circuito della memoria formidabili fatti dell’Italia contemporanea di Rino Gaetano, con implicazioni sempre persistenti ed attuali, la corruttela politica, i poteri occulti, l’arroganza delle istituzioni che non danno peso alle esigenze e agli interessi dei cittadini. I testi gaetaniani in questo senso hanno supplito a tante carenze informative dei mezzi di comunicazione del suo tempo, i testi di Rino Gaetano svelavano fatti e circostanze come e più di una agenzia giornalistica, in modo coraggioso e continuo.David Gramiccioli ha ringraziato gli autori Bruno Mautone ed Enrico Gregori che hanno pubblicato libri sull’artista calabrese, così come ha ringraziato due cari amici di Rino Gaetano Franco Pontecorvi, che fu l’addetto artistico del cantante, e Mimì Messina, che conobbe sin dagli anni scolari di Narni. Altri illustri ospiti erano l’altra sera ad assistere alla bella scrittura teatrale di Gramiccioli, quali Claudio Falco e Mario Achilli due componenti della storica band dei Crash, band che accompagno Gaetano dagli esordi all’affermazione. La giornalista Francesca Lagatta con domande intriganti ha carpito da tanti amici e conoscenti di Rino Gaetano elementi “nascosti” sugli aspetti umani e sugli ambienti che frequentava. Una bella serata di teatro e musica sulle gloriose tavole del teatro Ghione grazie alla bravura di David Gramiccioli.

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.