cine teatro
AGROPOLI ATTUALITA'

LA SERIE A AL CINEMA LA INFRONT ANTICIPA I TEMPI,AD AGROPOLI SERGIO DI FIORE HA GIA’ COMINCIATO

L’ultima frontiera della Serie A: partite al cinema

L’advisor Infront anticipa i termini della clamorosa novità: “L’idea è concreta, le sale diventeranno stadi virtuali teatro di feste dello sport”.

Sergio Di Fiore e Teresa De Sio al cine teatro Eduardo de Filippo

Mentre gli altri pensano il noto imprenditore Sergio Di Fiore ha già cominciato da tempo.Gli stadi sono vuoti? In attesa di rifare il look agli impianti della Serie A, il calcio italiano pensa a… riempire i cinema. Ad anticipare la notizia clamorosa, secondo la quale le partite del massimo campionato potrebbero approdare sul grande schermo, è stato Luigi De Siervo, amministratore delegato di Infront, l’advisor della Serie A, in un’intervista al ‘Corriere dello Sport.

“La Serie A al cinema è un’idea concreta. Accanto ai bar, ai ristoranti, ai locali pubblici dove sia possibile seguire le partite della Serie A stiamo pensando di trasmetterle anche nei cinema: grazie alla tecnologia potremo avete splendidi stadi virtuali che divengono teatro di autentiche feste dello sport”.

Il progetto è ambizioso, anzi rivoluzionario, e potrebbe fare contenti tutti, compresi i proprietari delle sale cinematografiche, che, è vero, si riempiono in particolare nei weekend, ma che potrebbero sfruttare il traino della popolarità del calcio.

De Siervo ha poi precisato i termini dell’eventuale novità, che non potrà ostacolare la frequentazione degli stadi: “La condizione di partenza è che i cinema si trovino ad almeno 50 chilometri dalla città in cui si disputa la partita, per evidenti motivi di concorrenzialità. Quindi prezzi scontati, ambienti molto confortevoli, maxischermi davanti ai quali si ritrovino i tifosi impossibilitati a seguire fisicamente l’incontro, per via della distanza geografica o dei divieti emanati per motivi di sicurezza”.

Il recente esempio di Napoli-Juventus può essere esemplicativo: alla tifoseria bianconera era stata vietata la trasferta al San Paolo e allora ecco, nelle sale ad almeno 50 km da Napoli, la possibilità di guardare la gara magari insieme ad amici, colleghi di tifo o, perché no, qualche tifoso del Napoli incuriosito dalla novità.

“Si pensi a quanti uomini, a quanta fatica, a quanto denaro si risparmierebbe sul fronte dell’ordine pubblico” ha aggiunto De Siervo, che ha rivelato come i presidenti di Napoli, Aurelio De Laurentiis, Sampdoria, Massimo Ferrero, e Torino, Urbano Cairo, attivi nel settore della comunicazione, si sono già detti entusiasti dell’ipotesi.

 Ad Agropoli il titolare del Cine teatro Eduardo de Filippo ha già cominciato con la Champions del Napoli e con la serie a Napoli-Juventus.

L'ultima frontiera della Serie A: partite al cinemaFonte: Getty Images

 

admin
Sergio Vessicchio giornalista dal 1985 attivo per stampa televisiva,carta stampata,siti web,opinionista televisivo,presentatore,conduttore.